Writer Officina Magazine
Home
Magazine
Writer Officina
Autore: Adrian
Titolo: La Necropoli del ragno nero
Genere Horror
Lettori 99
La Necropoli del ragno nero

..il domenicano, correva disperatamente tra
alberi e cespugli ; guidato dalla
paura e dalla fioca luce del plenilunio..

dietro di se, udiva ,sempre più vicini i
rumori degli zoccoli dei cavalli..

..LORO , stavano per raggiungerlo..

padre maurice era stato
troppo imprudente;

era stato SCOPERTO.. e
ora rischiava di pagare questo errore ,
con la
vita..

..dal folto della radura , uno stallone
nero con criniera bianca; gli si
parò
davanti ; improvvisamente..

"fermatevi ! ..la vostra corsa è
giunta al termine".

il domenicano , nonostante la poca
luce; riconobbe immediatamente la voce
del frate in saio ROSSO in groppa
al destriero..

" .. girolamo brunner..che voi e
i vostri simili
siate MALEDETTI! ".


"ahahaha..stolto! ..
non siete in condizione di
maledire nessuno!..
il dio che voi venerate ; vi ha
abbandonato ,padre maurice..i MIEI
no!..perchè loro sono i VERI SIGNORI e
PADRONI
dell'universo".


"..so di chi parlate..
FEBRUUS e MANIA...
falsi dei degli antichi ETRUSCHI e
dispensatori
di riti orrendi e sanguinari".

" dovrei mozzarvi la lingua per aver offeso i
DIVINI..ma sarebbe una crudeltà inutile ,visto
che dovete comunque MORIRE! ".

in quell'istante ,giunsero, a cavallo
e muniti di fiaccole ; altri
frati in saio rosso che accerchiarono
padre maurice..




"avete cercato di carpire i segreti del
SACRO ORDINE dei PORPORIANI..
e ora avrete la giusta
punizione! ".





qualche minuto dopo..lo sventurato
dondolava appeso ad un
ramo..

dopo essere stato legato e duramente trascinato
tra le sterpaglie,
dai frati ROSSI a cavallo ..
il religioso era
stato impiccato ad un castagno.

i PORPORIANI ; guidati
da padre girolamo brunner ..restarono
alcuni istanti a godersi lo spettacolo, poi
si allontanarono nella notte ,diretti verso
GINEVRA .. accompagnati
da un lugubre grido di civetta...


lungo la strada , un bagliore luminoso
saettò fulmineo tra le stelle..

padre girolamo fece segno agli
altri di fermarsi..



"avete visto, fratelli ?..ERANO LORO..
i nostri
PADRONI ..gloria a FEBRUUS e
MANIA".

"gloria a FEBRUUS e MANIA"..ripeterono
all'unisono tutti i PORPORIANI..





"mio dio..dove sono?..
chi siete voi..un angelo del paradiso,forse?"...

" non affaticatevi padre..",
disse la bellissima giovinetta dai
lunghi boccoli biondi..


"mi chiamo jeanne ..io e mio zio
vi abbiamo trovato mezz'ora fa ,appeso
ad un albero..respiravate malissimo ma
eravate ancora vivo..chi
vi ha fatto questo, deve essere poco abile con i
NODI..la corda non ha stretto a sufficenza..ed è
stata la vostra fortuna".


padre maurice tossì violentemente..


"per un po di giorni ,per voi,sarà molto
doloroso parlare e anche
nutrirvi.. e temo che vi resterà anche
una BRUTTA CICATRICE* sul collo".



*vedi LA TELA DEL RAGNO NERO




"vi devo la vita..ma dove mi trovo? ,chi
siete voi?..
COUGH COUGH..sento che siamo in
movimento..COUGH COUGH".

"siamo
saltimbanchi girovaghi e ora siete
sul nostro carro...state
calmo; ora siete al sicuro;
noi siamo diretti a LOSANNA e
li vi porteremo da un buon cerusico".

" ho sete..per favore..vorrei un un pò di
acqua"..

"ecco ,padre..però bevete piano..
..più piano che potete".

padre maurice tossì ancora
ferocemente;
espellendo bava e
parte dell'acqua appena ingerita..


la fanciulla gli pulì amorevolmente la
bocca e il saio con uno straccio di lino.

"..dio non mi ha abbandonato..
padre brunner..voi semmai avete ABBANDONATO
LUI ! " , disse il religioso,con voce roca e
affaticata..

"come dite?".

" niente..non puoi capire figliola..vorrei
riposare adesso..sono sfinito".

"certo, comprendo..posso solo
chiedervi come
vi chiamate?..
..siete un domenicano, vero?".


" COUGH ..COUGH..esatto..
..sono nato
nella BASSA SAVOIA e
..mi chiamo padre maurice ;
ma è il nome
che ho assunto quando presi i
voti ad AVIGNONE..
il mio vero nome
è.. MAURIZIO..
..MAURIZIO SIMONI.





E venne ancora la notte del PRIMO
plenilunio del mese..



"tu che togli i peccati del mondo abbi pietà di noi,
tu che togli i peccati del mondo
accogli la nostra supplica,
tu che siedi alla destra del padre abbi pietà di noi,
perchè tu solo il santo,
tu solo il signore,
tu solo l'altissimo gesù cristo,
con lo spirito santo,
nella gloria di dio Padre.
amen"...



"shit.. da quando siamo
ridiscesi in questo dannato
sotterraneo ,non fa che
pregare!..don rasetto ,se non la
pianta con le sue
nenie religiose ,giuro che le sparo! ..
non la sopporto
più ! ".


"..invoco la protezione dell'altissimo ,cara
eleonor..qua sotto la siamo in
balìa del male e di
lucifero! ".


"..idiot ! se ha questi timori poteva anche
restarsene a casa!..
ci avrebbe risparmiato la
fatica di ascoltarla".




"in verità penso che il satana della
tradizione ebraica ,mussulmana e
cattolica , non sia quello di cui
veramente preoccuparci..
QUI albergano BEN ALTRE entità" ;
ribattè sturgia,che come al solito ,
guidava il resto della fila...



"se non la rammento male ,nell'islam ,satana
la viene
denominato con il nome di
IBLIS, vero?".


"non precisamente caro anselmo;
IBLIS , genericamente, indica DIAVOLO..
SATANA è chiamato invece
SHAYTAN;
però talvolta i due termini, nella
religione mussulmana, possono confondersi
l'uno con l'altro".


"professore, lei è un uomo di
una cultura infinita",
sottolineò cristina..

"grazie,mia cara..apprezzo molto il
suo complimento..
attenti ora che stiamo arrivando
di nuovo nel punto in cui il terreno diventa
particolarmente
scivoloso"..


"ti proclamiamo signore.
o eterno padre,
tutta la terra ti adora.
a te cantano gli angeli
e tutte le potenze dei cieli.
santo, santo, santo
il signore dio dell'universo"..




"..eccolo che ricomincia,
god damn!! ".



"..santo, santo, santo
il signore dio dell'universo..
PORCA TROIAA!".


THUUUMP !



"..eh lo sapevo..sure as the sun
comes up
tomorrow..è di nuovo scivolato".


"don rasetto..avevo giusto detto di
fare attenzione!..
anselmo ,lo aiuti a tirarsi su..
si è fatto male,reverendo ?".


" no ..no..cioè sì un
po al cu..ehm al fondo
schiena..come l'altra
volta ; oh la fa piano
anselmo la son mica un
sacco di patate! ".


" very good, perlomeno
ha smesso di rompere con
le sue litanie".


"zitti un attimo..ascoltate!..non
sentite come dei
passi? ", intervenne cristina.


ci fu un lungo silenzio..tutti tesero
le orecchie nel tentativo di
percepire ogni benchè minimo rumore..



"non mi pare di udire nulla,mia cara".


"cris,forse l'era solo un eco o
la tua immaginazione
non la sento nulla nemmeno io ..
lei reverendo,la sente qualcosa?",

"si..le chiappe che la mi dolgono!..
santa piera benedetta".


"mm.. scommetto che si tratta del
nostro cane da caccia che ci
sta fiutando e seguendo..well..sono
pronta ad
accoglierlo! ".

dette queste parole l'americana tirò fuori
dalla sua borsa la beretta che brillò sinistra
alla luce delle torce elettriche.



"no, non la pò essere villarb..AHI! ".

cristina diede un calcetto ad anselmo..



"..what?.come sarebbe a dire che non
può essere lui?..
..che voleva dire? ,avanti ;
si spieghi ,vecchio idiota! ".


"ehm..anselmo probabilmente intendeva
dire che il maresciallo villarboito non è
tanto stupido da seguirci in modo
troppo
ravvicinato, con il rischio che
possa farsi
scoprire..
..vero anselmo?".


"eh?..ah si..l'è esatto professore;
la volevo proprio
dire quello..si..si ",
confermò il bibliotecario ;
che adesso ,cercava di nascondere
l'imbarazzo per la gaffe appena fatta..


"mm..attenti a voi ..se cercate di
giocarmi
sapete quello che rischiate! ".


"ehm..miss elizabeth, sia prudente con
quella pistola..
in uno scatto di nervosismo ,potrebbe
partirle un colpo!".


"so maneggiare le armi benissimo!
caro professore ; non ho bisogno dei
suoi consigli! ".


"d'accordo ,come non detto; non si
alteri..
su,forza proseguiamo..non
perdiamo altro tempo".



il gruppetto si rimise in marcia..



in testa il professore;
seguito dall'americana,
cristina e anselmo..
..in coda :
don rasetto
intento a pregare e
a massaggiarsi le parti basse..



"ansy , ma potevi
morderti la lingua,accidenti!..
adesso la ross sospetta su di noi e
il maresciallo! "..
sussurrò sottovoce cristina.

" l'hai ragione ..ma la mi è
proprio scappato..scusami",
rispose lui ,sempre bisbigliando.

"dai..fa niente..avvicinati,su".

la ragazza gli diede un bacio e gli
infilò la lingua in bocca.

ORE 24 CIRCA...

la luna piena traspariva tra i fumi
ossessivi della nebbia ,con un disco
enormemente ingrandito e con inquietanti contorni
rossastri...

sottoterra.. 5 persone stavano attendendo...


"..che ore sono?", chiese cristina ,stretta
tra le braccia di anselmo.

" it's midnight..
..è mezzanotte, darlin'...
e per fortuna don rasetto si è addormentato..
il suo russare è decisamente meno fastidioso
delle sue preghiere ! ".


"non le è molto simpatico,vero? ".

Adrian
Biblioteca
Acquista
Contatto