Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Dacia Maraini nasce a Fiesole (Firenze). La madre Topazia appartiene a un’antica famiglia siciliana, gli Alliata di Salaparuta. Il padre, Fosco Maraini, per metà inglese e per metà fiorentino, è un grande etnologo ed è autore di numerosi libri sul Tibet e sull’Estremo Oriente. Nel 1943 si trova con la famiglia in Giappone e vive la drammatica esperienza di un campo di prigionia. Ad oggi, è considerata a pieno titolo "la signora della letteratura Italiana".Gli ultimi romanzi pubblicati con Rizzoli, sono Corpo Felice e Trio.
Erri De Luca. Nato a Napoli nel 1950, ha scritto narrativa, teatro, traduzioni, poesia. Il nome, Erri, è la versione italiana di Harry, il nome dello zio. Il suo primo romanzo, “Non ora, non qui”, è stato pubblicato in Italia nel 1989. I suoi libri sono stati tradotti in oltre 30 lingue. Autodidatta in inglese, francese, swahili, russo, yiddish e ebraico antico, ha tradotto con metodo letterale alcune parti dell’Antico Testamento. Vive nella campagna romana dove ha piantato e continua a piantare alberi. Il suo ultimo libro è "A grandezza naturale", edito da Feltrinelli.
"Il destino di ogni uomo è un segreto sepolto nel silenzio" A pronunciare queste parole è Glenn Cooper, uno scrittore che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo e che ha un legame particolare con la storia Italiana. Il suo ultimo libro si intitola Clean - Tabula Rasa e racconta di una epidemia mondiale molto simile a quella che abbiamo appena vissuto.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Manuale di pubblicazione Amazon KDP. Sempre più autori emergenti decidono di pubblicarse il proprio libro in Self su Amazon KDP, ma spesso vengono intimoriti dalle possibili complicazioni tecniche. Questo articolo offre una spiegazione semplice e dettagliata delle procedure da seguire e permette il download di alcun file di esempio, sia per il testo già formattato che per la copertina.
Fabula, trama e chiacchiere davanti al fuoco. Perché non proviamo a raccontare una storia come lo faremmo di notte, con degli sconosciuti, attorno a un fuoco? Perché non dimentichiamo le tecniche della fabula e dell'intreccio per trasformare la trama in una storia tatuata sulla pelle di chi legge o ascolta? È davvero così importante seguire uno schema e incanalarci nel modus operandi corrente?
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Home
Blog
Biblioteca New
Biblioteca All
Biblioteca Top
Autori
Recensioni
Inser. Romanzi
@ contatti
Policy Privacy
Autori di Writer Officina

Laura Laurenti

Ho il nome della mia nonna materna appassionata di letteratura francese e di Agatha Christie, sono nata a Grosseto nel 1985, ma abito nel Regno Unito da qualche anno (in una cittadina a circa un'ora di treno da Londra). Dopo la laurea triennale in traduzione ed interpretazione di trattativa, conseguita nel 2008 presso la Scuola per Interpreti e Traduttori di Forlì, ho iniziato la mia carriera lavorativa nel settore alberghiero come receptionist sia in Italia che all'estero.
(A Dublino e Cheltenham, una cittadina vicino a Bristol nel Regno Unito).
Adesso mi occupo di logistica e in particolare di Import-Export.
Adoro viaggiare e anche se la pandemia mi ha costretta ad accantonare il sogno di visitare il Giappone, mi ha consentito di conoscere la Cornovaglia che è così bella e selvaggia che mi ha rapito il cuore!
Odio cordialmente cucinare, ma amo immensamente scrivere
(in particolare, storie d'amore tormentate).

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorto di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Laura Laurenti: La passione per le storie è nata a metà degli anni '80 insieme a me.
Prima che sapessi leggere e scrivere era babbo a raccontarmi le sue di storie.
Le inventava ed erano sempre una più divertente dell'altra!
Quando poi ho imparato a leggere e scrivere, lettura e scrittura sono andate di pari passo grazie alla mia adorata maestra di italiano (Simonetta) che ha sempre saputo gratificarmi e a un costante confronto in famiglia anche su temi letterari.
Casa dei miei è stracolma di libri e mamma per tanti anni ha insegnato materie umanistiche alle scuole medie e superiori.

Writer Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Laura Laurenti: Probabilmente il libro che mi ha lasciato addosso di più la voglia di scrivere è stato “Piccole Donne”: ho sempre sognato di essere una tipa come Jo March: indipendente e creativa!
A dire la verità, però, c'è un libro che mi ha regalato la vita che ho adesso.
Si chiama “Un giorno” ed è di David Nicholls.
Grazie a questa storia ho preso in mano la mia vita e l'ho resa proprio come la volevo!

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Laura Laurenti: Questa è una storia lunga che cercherò di sintetizzare al massimo.
Quando mi sono finalmente decisa a pubblicare “Io, Come Cristallo” mi sono rivolta, su consiglio di un conoscente, ad una agenzia letteraria.
Purtroppo, a fonte di un investimento di più di mille euro, non sono riuscita ad approdare ad un contratto con una casa editrice degna di questo nome.
Dopo essere rimasta ustionata da questa brutta esperienza non ho voluto più contattare case editrici (ero spaventata dai lunghi tempi di attesa – avevo perso già nove mesi dietro ad una costosa chimera e temevo di incappare in un'altra fregatura).

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Laura Laurenti: Nel mio caso pubblicare su Amazon KDP è stata l'unica possibilità per poter presentare “Io, Come Cristallo” al pubblico.
Non è stato facile entrare a far parte di questo mondo complesso ed ho dovuto documentarmi molto per capire al meglio come poter caricare il libro, sistemare la copertina e mi sto addentrando nel mondo della promozione.
Ritengo, tuttavia, che ad oggi Amazon KDP sia il modo migliore per avere il pieno controllo sulle proprie vendite e sui ricavi.
Al momento mi sto interessando molto al self publishing, seguo webinar e conferenze online (in lingua inglese) di esperti del settore.

Writer Officina: A quale dei tuoi libri sei più affezionato? Puoi raccontarci di cosa tratta?

Laura Laurenti: La storia a cui sono più affezionata in assoluto non è ancora un libro e probabilmente non potrà mai diventarlo perché è una fanfiction (una storia originale basata su un universo già creato da un altro autore) ed è molto difficile poterla rendere fruibile ad un pubblico che non conosce i personaggi e le situazioni dell'universo principale.
È una vera e propria epopea (la prima versione ha 70 capitoli) che fa parte di me dal 2007 e a cui voglio bene come a un'amica ed è una storia magica che mi ha permesso di entrare in contatto con persone meravigliose.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Laura Laurenti: Il mio stile e la tecnica di scrittura sono cambiati notevolmente negli anni.
Se il sacro fuoco della creatività scalda il mio cuore, le mie mani e la mia testa posso scrivere di getto al pc o sul blocco notes (si, a penna!)
Altre volte, come in questo momento, devo per forza buttare giù schemini, idee, trama e personaggi – ma è un tipo di preparazione che mi annoia molto.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Laura Laurenti: Ho due storie che vorrei sistemare e pubblicare, più o meno sulla falsa riga di “Io, Come Cristallo”.
Sto anche lavorando sul seguito di “Io, Come Cristallo”
e poi...ho anche l'idea per un giallo storico che mi stuzzica la mente da qualche settimana – e ho anche una vita “reale” ... un lavoro a tempo pieno ed anche un fidanzato da dover gestire!

Writer Officina: Hai fatto dei corsi?

Laura Laurenti: Sì, ho frequentato due corsi di “Londra Scrive”.
“Londra Scrive” è una scuola di scrittura che mi è stata sponsorizzata da Facebook e che mi ha completamente conquistata.
Il corso è interattivo e tutti gli alunni (di solito non più di quindici) sono invitati a partecipare attivamente.
Durante le lezioni tenute da Marco (Mancassola, affermato scrittore che insegna anche alla Scuola Holden di Torino) si leggono e si analizzano alcuni brani di scrittori famosi (contemporanei o meno) e poi una parte molto significativa è dedicata ai nostri stessi testi che Marco edita e analizza durante la sessione.
La possibilità di ricevere riscontri da un gruppo eterogeno per età, esperienze e stili di scrittura è assolutamente impagabile!

Writer Officina: Raccontaci quale è stata la scintilla che ha dato vita all'idea

Laura Laurenti: “Io, Come Cristallo” è una storia relativamente datata che ho scritto nel 2011.
Avevo finito la stagione estiva come receptionist e faticavo a trovare un'altra occupazione ed ho deciso di buttare giù un po' dei miei pensieri facendone una storia.
I personaggi che ho creato sono di fantasia, sebbene in quello femminile vi siano alcune caratteristiche nelle quali mi rispecchio.
Il personaggio maschile, invece, è liberamente ispirato (almeno fisicamente) a Giorgio Pasotti, un attore che mi è sempre piaciuto molto!

Writer Officina: Ti sei documentato, p.e. sui luoghi, sulle professioni di cui parli?

Laura Laurenti: Devo confessare di non aver fatto grande attività di ricerca per scrivere “Io, come Cristallo”.
(Mi sto, invece, documentando in modo davvero approfondito per le storie che sto scrivendo adesso).
Sono passati tanti anni da quando ho scritto “Io, Come Cristallo”, ma ricordo bene che per descrivere una location ho preso spunto da un locale che avevano aperto in quel periodo nella mia città e che mi piaceva moltissimo.
L'atmosfera Mittel-Europea, invece, deriva da un viaggio di pochi giorni in Austria...ma non conosco a fondo quei luoghi per poter dire con sicurezza che ci troviamo a Salisburgo o a Vienna o in altre città.

Writer Officina: Ritieni che la verosimiglianza sia importante oppure no visto che si tratta comunque di fiction?

Laura Laurenti:
Si, secondo me la verosimiglianza è un fattore fondamentale quando si scrive.
Più che la verosimiglianza nei luoghi è importante, a mio parere, saper descrivere i sentimenti in modo reale in modo che il lettore si identifichi e pensi “anche io mi sono sentito così o mi sento così”

Writer Officina: La scrittura ha una forte valenza terapeutica. Confermi?

Laura Laurenti: Posso dire senza timore di esagerare che la scrittura mi ha salvata in un momento estremamente difficile della mia vita (quando ho perso il mio babbo due anni e mezzo fa)
Grazie alla scrittura sono riuscita ad esprimere e a trovare un senso al mio dolore, alle mie paure e alla mia angoscia.

Writer Officina: Cosa vorresti che le persone dicessero del tuo romanzo?

Laura Laurenti: Ammazza che bello, quando esce il seguito?

Writer Officina: Stai lavorando a un nuovo progetto? Ce ne vuoi parlare?

Laura Laurenti: Si! Sto lavorando ad un nuovo progetto!
Ho pensato di parlare della mia esperienza di scrittrice emergente attraverso un sito internet che si chiama “Kintsugi per sogni infranti” per far sì che altri scrittori emergenti non incappino nella trappola che ha, invece, risucchiato me!
Il Kintsugi è quella forma artistica giapponese che consiste nel riparare oggetti con inserti in oro per rendere preziosa anche una cicatrice.
La progettazione del sito è molto complicata e per questo è in standby, ma ho aperto una pagina Facebook dedicata a questo mio progetto (si chiama appunto “Kintsugi per sogni infranti”) nella quale vorrei fornire alcuni consigli di marketing e recensire libri di scrittori e scrittrici emergenti grazie alla preziosissima collaborazione di due amiche!

Writer Officina: Che consigli daresti, basati sulla tua esperienza, a chi come te voglia intraprendere la via della scrittura?

Laura Laurenti: Ne avrei davvero tanti di consigli da fornire, cercherò di essere breve!
Fatevi furbi – prima di firmare qualsiasi contratto, documento o altro fatevi consigliare da un legale. Io mi sono rivolta (grazie ad un post letto su questo gruppo) ad una associazione che si chiama “Tutela Scrittori”, ma avevo purtroppo già fatto la frittata e non sono riusciti ad aiutarmi!
A fronte di poche centinaia di euro potreste risparmiare tempo e un sacco di denaro!
Circondatevi di persone positive che capiscano con gli occhi del cuore quello che scrivete, che comprendano i vostri momenti di silenzio e perché preferirete scrivere piuttosto che parlare...che vi supportino ovunque siate!
Abbiate pazienza con voi stessi e con questo meraviglioso dono che è la scrittura, non trascuratela e non cercate troppe giustificazioni per non dedicarvici, ritagliatevi del tempo per lei perché fa parte di voi!
Siate forti: abbiate la forza di realizzare un sogno, di non mollare tutto quando riceverete l'ennesima recensione negativa dai leoni da tastiera o da chi apre bocca senza sapere e senza capire che cosa c'è dentro e dietro la storia che state raccontando e senza sapere quanto e' stato investito in termini di tempo, sentimenti (e, purtroppo, anche di denaro) nella vostra storia.
Scrivere è una cosa seria, ma trovate la forza di ridere di quello che scrivete e di voi stessi.
Amate le vostre storie, trascorrerete insieme a loro tanto (troppo) tempo e resteranno con voi per sempre.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto
 
115 visualizzazioni