Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Dacia Maraini nasce a Fiesole (Firenze). La madre Topazia appartiene a un’antica famiglia siciliana, gli Alliata di Salaparuta. Il padre, Fosco Maraini, per metà inglese e per metà fiorentino, è un grande etnologo ed è autore di numerosi libri sul Tibet e sull’Estremo Oriente. Nel 1943 si trova con la famiglia in Giappone e vive la drammatica esperienza di un campo di prigionia. Ad oggi, è considerata a pieno titolo "la signora della letteratura Italiana".Gli ultimi romanzi pubblicati con Rizzoli, sono Corpo Felice e Trio.
Erri De Luca. Nato a Napoli nel 1950, ha scritto narrativa, teatro, traduzioni, poesia. Il nome, Erri, è la versione italiana di Harry, il nome dello zio. Il suo primo romanzo, “Non ora, non qui”, è stato pubblicato in Italia nel 1989. I suoi libri sono stati tradotti in oltre 30 lingue. Autodidatta in inglese, francese, swahili, russo, yiddish e ebraico antico, ha tradotto con metodo letterale alcune parti dell’Antico Testamento. Vive nella campagna romana dove ha piantato e continua a piantare alberi. Il suo ultimo libro è "A grandezza naturale", edito da Feltrinelli.
"Il destino di ogni uomo è un segreto sepolto nel silenzio" A pronunciare queste parole è Glenn Cooper, uno scrittore che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo e che ha un legame particolare con la storia Italiana. Il suo ultimo libro si intitola Clean - Tabula Rasa e racconta di una epidemia mondiale molto simile a quella che abbiamo appena vissuto.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Manuale di pubblicazione Amazon KDP. Sempre più autori emergenti decidono di pubblicarse il proprio libro in Self su Amazon KDP, ma spesso vengono intimoriti dalle possibili complicazioni tecniche. Questo articolo offre una spiegazione semplice e dettagliata delle procedure da seguire e permette il download di alcun file di esempio, sia per il testo già formattato che per la copertina.
Fabula, trama e chiacchiere davanti al fuoco. Perché non proviamo a raccontare una storia come lo faremmo di notte, con degli sconosciuti, attorno a un fuoco? Perché non dimentichiamo le tecniche della fabula e dell'intreccio per trasformare la trama in una storia tatuata sulla pelle di chi legge o ascolta? È davvero così importante seguire uno schema e incanalarci nel modus operandi corrente?
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Home
Blog
Biblioteca New
Biblioteca All
Biblioteca Top
Autori
Recensioni
Inser. Romanzi
@ contatti
Policy Privacy
Autori di Writer Officina

Cataldo Scatamacchia

Nasco nel 1988 a Manfredonia, la cosiddetta “Porta del Gargano”, una cittadina di 60.000 abitanti incastonata nel golfo del Mar Adriatico. Coltivo sin dall'età adolescenziale le mie due grandi passioni: cinofilia e giochi di ruolo. L'amore per i cani mi avvicina visceralmente al contatto con la natura e alla scoperta di luoghi incontaminati dove poter ammirare la bellezza del selvaggio e il romanticismo della tranquillità. I giochi di ruolo, giochi di interpretazione di un personaggio con scambio dialettico tra i compartecipanti, scavano man mano una curiosità che va ben oltre l'appagamento ludico. Sceglierò tale argomento, difatti, proprio come perno della mia tesi di laurea triennale con la quale conseguirò il titolo di Sociologo. In questa fase prende forma ciò che mi porta oggi a questa intervista, ossia l'interesse per l'investigazione e la criminologia. Ero deciso a perseguire questo nuovo interesse, a tutti i costi, tanto da iscrivermi alla facoltà di Scienze Criminologiche dell'Università di Forlì dove conseguirò la laurea specialistica, appunto, in Criminologia con una tesi intitolata: “Il Satanismo sulla scena del crimine”.
Negli anni proverò e riproverò ad incanalare questo percorso accademico nel mondo del lavoro, tra strade pubbliche e private il cammino aimè mi condurrà inesorabilmente in dei vicoli ciechi. Con l'unione in matrimonio con la mia Clara, la vita mi riserverà pioggia e pioggia di gratitudini (lavoro, figli, casa) fino a farmi maturare l'idea che tutto ciò che è stato non può essere abbandonato in soffitta.
Nel mio timido esordio come romanziere decido di commutare tutto il mio bagaglio accademico, ludico ed emozionale in qualcosa di tangibile, che sappia dare vita ai desideri più nascosti e trasmetterli a chiunque ne voglia fruire.
Nel Luglio del 2022 viene pubblicato “7”, il primo romanzo di una saga thriller che, senza alcuna pretese, si mostra nudo e primordiale sul palcoscenico oceanico della letteratura italiana.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorto di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Cataldo Scatamacchia: nel momento in cui ho iniziato con i giochi di ruolo. Soprattutto per quanto riguarda i giochi di ruolo by chat, che si svolgono appunto con l'utilizzo di chat condivise. Il giocatore deve descrivere e narrare le gesta del suo personaggio tramite la lingua scritta.
Ho sempre visto in questo tipo di modalità una primordiale e grezza forma di letteratura, capace di assumere figure multiformi in quanto formata da tanti pezzi apportati da giocatori/autori diversi.

Writer Officina: Per i personaggi hai fatto riferimento – magari in parte – a persone reali oppure sono solo frutto della fantasia?

Cataldo Scatamacchia: assolutamente sì. I miei personaggi hanno nomi inventati vero, ma possiedono sfaccettature vere, autentiche, pezzi di persone che conosco e che fanno parte o hanno fatto parte della mia vita. Al tempo stesso posso dirvi che amo raschiare granelli di personalità anche dai personaggi pubblici. Parlo di artisti dello spettacolo in generale, dunque qualcuno potrebbe trovare nei miei personaggi delle somiglianze con il proprio beniamino.

Writer Officina: Quali sono le difficoltà che hai incontrato?

Cataldo Scatamacchia: tutte! Sono ironico, ma al tempo stesso velatamente sincero. Le difficoltà fanno parte di ogni percorso umano e vengono fuori soprattutto nei debutti in qualcosa di lontano e sconosciuto.
Tra tutte, oltre le difficoltà tecniche, credo che quella più grande sia stata la paura. La paura di sbagliare, di deludere, di risultare goffo e fuori posto. La paura di sentirsi dire “ho letto di meglio”, di leggere recensioni devastanti, di prendere tutte le energie e le speranze e chiuderle in una pattumiera anziché un cassetto.

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Cataldo Scatamacchia: ho pubblicato con Amazon KDP un racconto breve di fantasia ed ho potuto constatare personalmente la validità degli strumenti messi a disposizione e soprattutto l'autonomia che si consegue. Indubbiamente con questo strumento viene a mancare una figura cardine, storica, ossia quella dell'Editore. Sono strade alternative e valide entrambe.

Writer Officina: Come hai trovato il tuo editore?

Cataldo Scatamacchia: ho inviato il manoscritto a vari editori e dopo un po' ho ricevuto ottimi apprezzamenti e diverse proposte editoriali. Ho scelto la Porto Seguro perché mi ha accattivato il loro modo di fare community. Oltre l'utilizzo dell'online credono molto nel senso di condivisione interpersonale, tanto da organizzare svariati eventi fieristici dove ci si INCONTRA tra autori e lettori. Badate bene perché al tempo dei social la parola INCONTRA è ormai relegata alle pagine dei disusi.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Cataldo Scatamacchia: utilizzo il metodo della progettazione. Creazione delle schede di ogni singolo personaggio, linea del tempo e degli eventi, macro-trama, microstorie, eventi critici, ricerche storiche, geografiche e scientifiche. La prima stesura è quella di getto, d'istinto. Al secondo giro curo maggiormente i dialoghi ed i dettagli. La terza fase è quella della logica, ossia controllare che tutto sia logicamente collegato e non messo lì a casaccio. Ultima fase è la verifica della scorrevolezza e controllo errori/orrori ortografici.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Cataldo Scatamacchia: sto scrivendo il secondo capitolo della saga “7”, dunque sì, sono a lavoro.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto
 
77 visualizzazioni