Writer Officina Magazine
Ultime Interviste
Mauro Santomauro è nato nel 1949 ed è stato farmacista della Serenissima, salendo alla ribalta delle cronache quando rinunciò a trasferire la sua farmacia in terraferma. Nella sua vita è stato chimico, distillatore, imprenditore e contadino. Si è divertito come giocatore e poi allenatore di baseball, ma è stato anche batterista in un settetto jazz. Ha pilotato aerei da turismo e ha praticato immersioni subacquee. La sua vera passione è il buon cibo. Vive con la moglie e i due figli a Treviso.
Maurizio de Giovanni (Napoli, 1958) ha raggiunto la fama con i romanzi che hanno come protagonista il commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta. Su questo personaggio si incentrano Il senso del dolore, La condanna del sangue, Il posto di ognuno, Il giorno dei morti, Per mano mia, Vipera (Premio Viareggio, Premio Camaiore), In fondo al tuo cuore, Anime di vetro, Serenata senza nome, Rondini d'inverno, Il purgatorio dell'angelo e Il pianto dell'alba (tutti pubblicati da Einaudi Stile Libero).
Giovanni Montanaro ha esordito con il romanzo La Croce Honninfjord (2007, Marsilio, segnalato nel 2006 alla XIX edizione del Premio Italo Calvino). In seguito ha pubblicato Le conseguenze (2009, Marsilio) e Tutti i colori del mondo (2012, Feltrinelli) che è stato finalista al Premio Campiello. Ha poi scritto Tommaso sa le stelle (2014, Feltrinelli), Guardami negli occhi (2017, Feltrinelli) e Le ultime lezioni (2019, Feltrinelli). Il suo ultimo libro è Il libraio di Venezia edito da Feltrinelli, 2020.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Self Publishing. In passato è stato il sogno nascosto di ogni autore che, allo stesso tempo, lo considerava un ripiego. Se da un lato poteva essere finalmente la soluzione ai propri sogni artistici, dall'altro aveva il retrogusto di un accomodamento fatto in casa, un piacere derivante da una sorta di onanismo disperato, atto a certificare la proprie capacità senza la necessità di un partner, identificato nella figura di un Editore.
Ego Sum, ovvero l'Ego d'Autore nella sua eterna e complessa contraddizione. Ma quanto conta davvero la personalità dello scrittore nel successo dei suoi testi? E quanto pesa la sua immagine pubblica sul piatto della bilancia che lo porta a scalare il gradimento del pubblico? È davvero possibile scindere autore e testo, senza pregiudicarne irrimediabilmente il successo?
Lupus In Fabula, analisi del protagonista negativo nella scrittura antica e moderna, interpretando le favole di Esopo nel contesto della letteratura. "È questa figura che ha il compito di rendere una trama davvero interessante. Non è la tragedia in sé che tiene attanagliati i lettori davanti al nostro libro, ma l'attesa che si manifesti."
Home
Magazine
Autori di Writer Officina

Romana Francesca Dimaggio

Mi chiamo Romana Francesca Dimaggio, ho 39 anni e sono di Barletta. Ho studiato fisica a L'Aquila e ho avuto l'opportunità di lavorare a Padova e Bergamo come consulente informatico. Attualmente vivo a Roma e lavoro presso una società di asset management di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili. Amo i gatti, il Giappone, il cinema, il teatro, le serie tv e mio marito, non necessariamente in quest'ordine. Credo che nella vita tutto accada per una ragione e che ci basti allontanare lo sguardo dal puzzle per avere una visione di insieme del quadro.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorta di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Romana Francesca Dimaggio: Sin da ragazzina ho provato a scrivere quei sogni che vivevo solo nella mia testa, ma ho sempre pensato che fosse un gioco; un paio d'anni fa poi mi sono iscritta a Wattpad e ho cominciato a scrivere molto più frequentemente, ho notato che mi divertivo e non ho più smesso, perché è qualcosa che mi fa stare bene.

Writer Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Romana Francesca Dimaggio: No. Adoro leggere, leggo qualsiasi storia, qualsiasi genere, ma non ho mai pensato di scrivere a causa (o grazie) a un libro letto, probabilmente perché credo di avere davanti a me ancora tanta strada da percorrere rispetto ai grandi autori che tutt'ora mi fanno sognare.

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Romana Francesca Dimaggio: Il mio - Un duplex per tre - nasce inizialmente su Wattpad ed è grazie agli utenti di questa piattaforma che mi sono convinta a sottoporlo a un editore.
Ho inviato il file a diverse case editrici free e ho ricevuto vari pareri positivi, finché non ho scelto la Brè Edizioni.
La cosa mi ha piacevolmente stupito e mi ha fatto credere davvero nelle mie capacità.

Writer Officina: A quale dei tuoi libri sei più affezionata? Puoi raccontarci di cosa tratta?

Romana Francesca Dimaggio: La storia alla quale sono più affezionata non è mai stata pubblicata: è la prima storia che ho provato a scrivere e ancora oggi continuo a modificarla e a revisionarla. Anche questa è una storia d'amore: una ragazza forte nel lavoro, ma insicura quando si tratta di questioni private, si troverà a fare una scelta in entrambi gli aspetti più importanti della sua vita.
È una storia che è cresciuta con me negli anni e non so se riuscirà mai a vedere la luce, se riuscirò a lasciarla andare.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Romana Francesca Dimaggio: Di solito parto da un'idea, un'immagine o una situazione e mi chiedo cosa può succedere, come si può evolvere la storia e comincio a raccontarla, seguendo il flusso. A volte mi aspetto di arrivare da qualche parte ben precisa e invece mi ritrovo in guai ben diversi.

Writer Officina: Raccontaci quale è stata la scintilla che ha dato vita all'idea

Romana Francesca Dimaggio: Avevo in mente questo duplex, questo appartamento a due piani, tipico dell'architettura di San Francisco, e sapevo che ci abitava una vecchia e dolce nonnina; è così che è nato il personaggio di Nanny. Doveva essere una storia d'amore, quindi sono arrivati anche Emily e Ryan e da lì hanno cominciato a fare tutto loro, a condurre il gioco e io non ho potuto fare altro che seguirli.

Writer Officina: Cosa hai voluto dire con la tua storia?

Romana Francesca Dimaggio: Che in amore può succedere di tutto, ma che è fondamentale saper ridere e superare i propri limiti, grazie alla persona amata. Sostenersi a vicenda e affrontare le difficoltà della vita, ma sempre col sorriso sulle labbra.

Writer Officina: Cosa c'è di te nel tuo romanzo?

Romana Francesca Dimaggio: Sicuramente la parte più folle di Emily è anche la mia, anche se sono fermamente convinta che ci sia una piccola Emily in ognuno di noi.

Writer Officina: Per i personaggi hai fatto riferimento – magari in parte – a persone reali oppure sono solo frutto della fantasia?

Romana Francesca Dimaggio: Dopo averla creata, mi sono accorta che Nanny, nel suo lato più dolce e sensibile, assomiglia molto alla mia nonna materna; evidentemente è stata una cosa inconscia, ma ha reso il rapporto tra Emily e Nanny più genuino.
Inoltre sono presenti due personaggi che sono in realtà persone in carne e ossa e che mi hanno concesso il permesso di inserirli nella mia storia.
Tutti gli altri sono frutto della mia immaginazione.

Writer Officina: Ti sei documentata, p.e. sui luoghi, sulle professioni di cui parli?

Romana Francesca Dimaggio: Quando scrivo cerco di essere quanto più coerente possibile con l'ambientazione che descrivo, provo a calcolare le distanze dei luoghi o mi documento sulle professioni svolte dai personaggi, affinché tutto sembri più il possibile veritiero (o verosimile) al lettore.
Per - Un duplex per tre - mi sono documentata su San Francisco, sui suoi quartieri, e ho scoperto che North Beach è presidio italiano; ho approfondito quindi le loro tradizioni, le pietanze, mi sono innamorata della Napa Valley e delle sue cantine e ho provato a trasmettere tutta la sua magica atmosfera romantica attraverso la scrittura.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro?
È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?


Romana Francesca Dimaggio: Da qualche mese ho in mente un'altra storia romantica, ma non ironica e leggera come - Un duplex per tre - . È più complessa, anche nella struttura, ma sono ancora nella fase di ricerca.

Writer Officina: Cosa vorresti che le persone dicessero del tuo romanzo?

Romana Francesca Dimaggio: Vorrei che dicessero che si sono divertite, che l'hanno letto tutto d'un fiato, che si sono innamorate di quei luoghi e dei miei personaggi, perché è tutto ciò che io amo in un buon libro e niente mi renderebbe più orgogliosa.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto