Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Erri De Luca. Nato a Napoli nel 1950, ha scritto narrativa, teatro, traduzioni, poesia. Il nome, Erri, è la versione italiana di Harry, il nome dello zio. Il suo primo romanzo, “Non ora, non qui”, è stato pubblicato in Italia nel 1989. I suoi libri sono stati tradotti in oltre 30 lingue. Autodidatta in inglese, francese, swahili, russo, yiddish e ebraico antico, ha tradotto con metodo letterale alcune parti dell’Antico Testamento. Vive nella campagna romana dove ha piantato e continua a piantare alberi. Il suo ultimo libro è "A grandezza naturale", edito da Feltrinelli.
Maurizio de Giovanni (Napoli, 1958) ha raggiunto la fama con i romanzi che hanno come protagonista il commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta. Su questo personaggio si incentrano Il senso del dolore, La condanna del sangue, Il posto di ognuno, Il giorno dei morti, Per mano mia, Vipera (Premio Viareggio, Premio Camaiore), In fondo al tuo cuore, Anime di vetro, Serenata senza nome, Rondini d'inverno, Il purgatorio dell'angelo e Il pianto dell'alba (tutti pubblicati da Einaudi Stile Libero).
Lisa Ginzburg, figlia di Carlo Ginzburg e Anna Rossi-Doria, si è laureata in Filosofia presso la Sapienza di Roma e perfezionata alla Normale di Pisa. Nipote d'arte, tra i suoi lavori come traduttrice emerge L'imperatore Giuliano e l'arte della scrittura di Alexandre Kojève, e Pene d'amor perdute di William Shakespeare. Ha collaborato a giornali e riviste quali "Il Messaggero" e "Domus". Ha curato, con Cesare Garboli È difficile parlare di sé, conversazione a più voci condotta da Marino Sinibaldi. Il suo ultimo libro è Cara pace ed è tra i 12 finalisti del Premio Strega 2021.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Manuale di pubblicazione Amazon KDP. Sempre più autori emergenti decidono di pubblicarse il proprio libro in Self su Amazon KDP, ma spesso vengono intimoriti dalle possibili complicazioni tecniche. Questo articolo offre una spiegazione semplice e dettagliata delle procedure da seguire e permette il download di alcun file di esempio, sia per il testo già formattato che per la copertina.
Self Publishing. In passato è stato il sogno nascosto di ogni autore che, allo stesso tempo, lo considerava un ripiego. Se da un lato poteva essere finalmente la soluzione ai propri sogni artistici, dall'altro aveva il retrogusto di un accomodamento fatto in casa, un piacere derivante da una sorta di onanismo disperato, atto a certificare la proprie capacità senza la necessità di un partner, identificato nella figura di un Editore.
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Home
Blog
Biblioteca New
Biblioteca All
Biblioteca Top
Autori
Recensioni
Inser. Romanzi
@ contatti
Policy Privacy
Autori di Writer Officina

Giovanni Bonelli

Credo che sia importante conoscere l'autore. Sono nato a Lucca nel 1976, non sono ancora uno scrittore professionista, ma scrivo ormai da molti anni. Mi piace molto leggere, non solo letteratura ma anche saggistica. In particolare, negli ultimi anni mi sono appassionato al mondo della crescita personale, ho letto tantissimo al riguardo e ho frequentato alcuni corsi ed eventi online. Da queste esperienze è nata l'idea di Tutti i tuoi sogni.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorto di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Giovanni Bonelli: Nel passaggio tra i venti e i trent'anni. Cercavo qualcosa in più, sapevo che c'era, che l'esistenza non era solo, come si diceva ai tempi, “produci, consuma crepa”. Mi sono guardato attorno e quella cosa non l'ho trovata. Mi sono guardato dentro ed era lì. Quindi, ho preso la penna e ho iniziato.

Writer Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Giovanni Bonelli: Sì. Le Particelle Elementari di Michel Houellebecq. Il nichilismo devastante dell'autore esprimeva, all'epoca, quello che sentivo. Adesso, però, sono molto diverso.

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Giovanni Bonelli: L'ho proposto ad alcuni editori. Il mio primo libro è stato “Una ragionevole asimmetria”, un romanzo distopico. E' stato accettato dalla Eden Editori di Roma. Una piccola realtà di persone molto serie, precise, puntuali e professionali. Ovviamente, non hanno chiesto mai un centesimo e hanno sempre pagato puntualmente le royalties.

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Giovanni Bonelli: Sì, e non solo KDP. Il self publishing è straordinario ed esistono anche altre opzioni, come Kobo. Personalmente, le utilizzo quasi tutte. E' fantastico poter pubblicare in tutto il mondo, senza spendere un centesimo. Poter modificare e aggiornare i propri ebook nel giro di poche ore. Ricevere un messaggio di una vecchietta americana che si congratula per il tuo lavoro o di un giovane africano che sente di avere qualcosa in comune con la tua esperienza esistenziale. Viviamo in un'epoca di infinite possibilità, l'unico limite è la nostra creatività. Siamo fortunati a vivere, qui ed ora.

Writer Officina: A quale dei tuoi libri sei più affezionato? Puoi raccontarci di cosa tratta?

Giovanni Bonelli: Senza dubbio “Tutti i tuoi sogni.” Proprio partendo dai miei studi sulla crescita personale, ho voluto scrivere un'opera diversa. La nostra mente è profondamente influenzata dai messaggi che riceve dal mondo esterno. Così come curiamo l'alimentazione del nostro corpo, dovremmo occuparci anche di quella del nostro mondo interiore. “Garbage in garbage out”, dicono gli americani. Se riceviamo costantemente stimoli negativi - dalla tv, dalla musica, dai film che guardiamo ecc. -, non possiamo che essere depressi, tristi e poco attivi. Siamo quello di cui ci nutriamo, anche a livello mentale. Per questo ho voluto scrivere un libro che rappresentasse un alimento positivo per la mente. Si tratta di un nuovo genere? Non so dirlo. Ma lo descriverei come “crescita personale in forma narrativa.”

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Giovanni Bonelli: Seguo l'istinto, almeno in una prima fase. Penso che gli schemi possano bloccare la creatività e il divertimento, almeno all'inizio. Però li uso in seguito, quando si tratta di rimettere insieme i pezzi.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Giovanni Bonelli: Sto scrivendo la terza parte di Omicidio alla Saksess Press. Si tratta di una serie di racconti del genere “Crime & Mistery Science Fiction”, non troppo diffuso in Italia, paese molto legato al giallo classico. Anche qua, ho deciso di incorporare elementi di crescita personale, sfruttando lo schema del viaggio dell'eroe.

Writer Officina: Che consigli daresti , basati sulla tua esperienza, a chi come te voglia intraprendere la via della scrittura?

Giovanni Bonelli: Bella domanda. Prima di tutto, gli consiglierei di indagare a fondo le motivazioni che lo spingono a scrivere. Sono ragioni che possono cambiare col tempo, ma che è bene avere sempre chiare.
Poi, per passare al pratico, suggerirei di leggere molta narrativa e qualche manuale: Story di Robert McKee, prima di tutto. Personalmente, ho frequentato anche un corso alla scuola Holden di Torino, e mi sono trovato bene. L'importante è essere consapevoli che il “talento innato” è solo un bias, un inganno della mente, e che ogni abilità si può migliorare, con lo studio, l'impegno e con quella che viene chiamata “pratica deliberata”, ovvero l'esercizio accompagnato dall'intenzione di migliorare.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto
 
139 visualizzazioni