Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Erri De Luca. Nato a Napoli nel 1950, ha scritto narrativa, teatro, traduzioni, poesia. Il nome, Erri, è la versione italiana di Harry, il nome dello zio. Il suo primo romanzo, “Non ora, non qui”, è stato pubblicato in Italia nel 1989. I suoi libri sono stati tradotti in oltre 30 lingue. Autodidatta in inglese, francese, swahili, russo, yiddish e ebraico antico, ha tradotto con metodo letterale alcune parti dell’Antico Testamento. Vive nella campagna romana dove ha piantato e continua a piantare alberi. Il suo ultimo libro è "A grandezza naturale", edito da Feltrinelli.
Maurizio de Giovanni (Napoli, 1958) ha raggiunto la fama con i romanzi che hanno come protagonista il commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta. Su questo personaggio si incentrano Il senso del dolore, La condanna del sangue, Il posto di ognuno, Il giorno dei morti, Per mano mia, Vipera (Premio Viareggio, Premio Camaiore), In fondo al tuo cuore, Anime di vetro, Serenata senza nome, Rondini d'inverno, Il purgatorio dell'angelo e Il pianto dell'alba (tutti pubblicati da Einaudi Stile Libero).
Lisa Ginzburg, figlia di Carlo Ginzburg e Anna Rossi-Doria, si è laureata in Filosofia presso la Sapienza di Roma e perfezionata alla Normale di Pisa. Nipote d'arte, tra i suoi lavori come traduttrice emerge L'imperatore Giuliano e l'arte della scrittura di Alexandre Kojève, e Pene d'amor perdute di William Shakespeare. Ha collaborato a giornali e riviste quali "Il Messaggero" e "Domus". Ha curato, con Cesare Garboli È difficile parlare di sé, conversazione a più voci condotta da Marino Sinibaldi. Il suo ultimo libro è Cara pace ed è tra i 12 finalisti del Premio Strega 2021.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Manuale di pubblicazione Amazon KDP. Sempre più autori emergenti decidono di pubblicarse il proprio libro in Self su Amazon KDP, ma spesso vengono intimoriti dalle possibili complicazioni tecniche. Questo articolo offre una spiegazione semplice e dettagliata delle procedure da seguire e permette il download di alcun file di esempio, sia per il testo già formattato che per la copertina.
Self Publishing. In passato è stato il sogno nascosto di ogni autore che, allo stesso tempo, lo considerava un ripiego. Se da un lato poteva essere finalmente la soluzione ai propri sogni artistici, dall'altro aveva il retrogusto di un accomodamento fatto in casa, un piacere derivante da una sorta di onanismo disperato, atto a certificare la proprie capacità senza la necessità di un partner, identificato nella figura di un Editore.
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Home
Blog
Biblioteca New
Biblioteca All
Biblioteca Top
Autori
Recensioni
Inser. Romanzi
@ contatti
Policy Privacy
Autori di Writer Officina

Gioacchino Rosa Rosa

Mi piace definirmi un creativo senza etichette. Scrivo, suono, compongo, recito, sono un performer e ho lavorato per quasi tutta la vita in pubblicità. Sono probabilmente l'unico napoletano che invece di trasferirsi al nord per lavorare si è trasferito a est, a Foggia per la precisione. Marito, padre e nonno, ho pubblicato 13 CD e 7 libri. Il primo, “FOGGIANI, chi siamo da dove veniamo e perché non arriveremo mai” edito da Bastogi, è un libro storico e nel contempo umoristico che, partendo dalla leggenda della fondazione di Arpi da parte di Diomede, arriva ai giorni nostri raccontando i vizi e le virtù dei foggiani. Il secondo libro, anche questo edito da Bastogi è stato “Se son rose pungeranno” in cui un uomo racconta al suo specchio tutto quello che lo specchio, in quanto specchio, non riesce a vedere. Il terzo libro (Edizioni il Castello) è stato “Finalmente mi ho fatto grande”, che racconta le avventure di un sessantenne invisibile, che nessuno nota neppure in casa tranne quando c'è da pagare qualcosa. Il quarto libro è stato “Lo strano caso del furto delle mennole atterrate” (Edizioni il Castello), una storia paradossale in cui per un furto di scarsissimo valore scatta una competizione all'efficienza senza precedenti tra carabinieri, polizia e guardia di finanza. Il quinto, anche questo pubblicato da Edizioni Il Castello, “L'onorevole”, racconta le gesta di un boss della camorra che sviene alla vista del sangue. Il sesto “Lando Frandella e l'eredità di Federico II”, pubblicato da Mitico Channel”, racconta di una Foggia multietnica dismessa dallo stato italiano per improduttività fiscale e contesa dall'ex sindaco Lando Frandella e dall'ultimo erede di Federico II che qui aveva il suo palazzo imperiale. Infine l'ultimo romanzo, “Floris e il mistero dell'olio di gomito Paoloni” è stato realizzato in self publishing e racconta le gesta di un ex agente del Sismi caduto in disgrazia che per sopravvivere accetta incarichi sempre più degradanti fino ad essere assunto da un imprenditore ambiguo, bizzarro e senza scrupoli.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorto di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Gioacchino Rosa Rosa: Ho iniziato a scrivere racconti umoristici a diciotto anni circa e non ho mai più smesso. Prendevo spunto da personaggi e avvenimenti reali per inserirli in storie di fantasia dal carattere ironico e satirico.

Writer Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Gioacchino Rosa Rosa: Probabilmente i libri di P.G. Woodhouse, con le “misurate” avventure del maggiordomo Jeeves.

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Gioacchino Rosa Rosa: Il primo libro che ho scritto, Matto in tre mosse, era un libro molto insolito, nato per essere recitato. Aveva una musicalità e un ritmo che invogliava la lettura a voce alta. Era la storia di un uomo che in un punto indefinito della sua vita inizia a vedere le cose in modo totalmente diverso e distopico non riuscendo a capire se sta impazzendo o rinsavendo. Era un libro difficile, fuori dagli schemi. Lo proposi ad una agenzia letteraria importante che lo trovò molto innovativo e stimolante ma non riuscì a trovare un editore. Così cambiai battuta e provai con Foggiani trovando subito apertura nell'editore Bastogi di Foggia che si occupava, tra le altre cose, anche di esoterismo e misteri. Il libro, pensato per il mercato locale ebbe un inaspettato successo raggiungendo quasi 5.000 copie.

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Gioacchino Rosa Rosa: Lo sto testando in questi giorni ma credo di sì.

Writer Officina: A quale dei tuoi libri sei più affezionato? Puoi raccontarci di cosa tratta?

Gioacchino Rosa Rosa: Foggiani, di cui vi ho già parlato.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Gioacchino Rosa Rosa: Tutto nasce da una idea, a volte dal carattere di un personaggio. Mi guida l'istinto, difficilmente, in controtendenza ai sacri canoni della scrittura, creo in precedenza il lavoro preparatorio come lo scheletro della struttura, la trama completa, le schede dei personaggi ecc ecc. Le ritengo cose che impongono una rigidità narrativa da esercizio di stile piuttosto che la formula giusta per una narrazione fluida e naturale. La vita è imprevedibile e così deve essere per me anche la scrittura.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Gioacchino Rosa Rosa: Sto scrivendo un libro retrospettivo con lo stesso personaggio del precedente, Floris, un agente segreto caduto in disgrazia che pur di sopravvivere accetta qualsiasi tipo di incarico.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto
 
335 visualizzazioni