Writer Officina Magazine
Ultime Interviste
Mauro Santomauro è nato nel 1949 ed è stato farmacista della Serenissima, salendo alla ribalta delle cronache quando rinunciò a trasferire la sua farmacia in terraferma. Nella sua vita è stato chimico, distillatore, imprenditore e contadino. Si è divertito come giocatore e poi allenatore di baseball, ma è stato anche batterista in un settetto jazz. Ha pilotato aerei da turismo e ha praticato immersioni subacquee. La sua vera passione è il buon cibo. Vive con la moglie e i due figli a Treviso.
Maurizio de Giovanni (Napoli, 1958) ha raggiunto la fama con i romanzi che hanno come protagonista il commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta. Su questo personaggio si incentrano Il senso del dolore, La condanna del sangue, Il posto di ognuno, Il giorno dei morti, Per mano mia, Vipera (Premio Viareggio, Premio Camaiore), In fondo al tuo cuore, Anime di vetro, Serenata senza nome, Rondini d'inverno, Il purgatorio dell'angelo e Il pianto dell'alba (tutti pubblicati da Einaudi Stile Libero).
Giovanni Montanaro ha esordito con il romanzo La Croce Honninfjord (2007, Marsilio, segnalato nel 2006 alla XIX edizione del Premio Italo Calvino). In seguito ha pubblicato Le conseguenze (2009, Marsilio) e Tutti i colori del mondo (2012, Feltrinelli) che è stato finalista al Premio Campiello. Ha poi scritto Tommaso sa le stelle (2014, Feltrinelli), Guardami negli occhi (2017, Feltrinelli) e Le ultime lezioni (2019, Feltrinelli). Il suo ultimo libro è Il libraio di Venezia edito da Feltrinelli, 2020.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Self Publishing. In passato è stato il sogno nascosto di ogni autore che, allo stesso tempo, lo considerava un ripiego. Se da un lato poteva essere finalmente la soluzione ai propri sogni artistici, dall'altro aveva il retrogusto di un accomodamento fatto in casa, un piacere derivante da una sorta di onanismo disperato, atto a certificare la proprie capacità senza la necessità di un partner, identificato nella figura di un Editore.
Ego Sum, ovvero l'Ego d'Autore nella sua eterna e complessa contraddizione. Ma quanto conta davvero la personalità dello scrittore nel successo dei suoi testi? E quanto pesa la sua immagine pubblica sul piatto della bilancia che lo porta a scalare il gradimento del pubblico? È davvero possibile scindere autore e testo, senza pregiudicarne irrimediabilmente il successo?
Lupus In Fabula, analisi del protagonista negativo nella scrittura antica e moderna, interpretando le favole di Esopo nel contesto della letteratura. "È questa figura che ha il compito di rendere una trama davvero interessante. Non è la tragedia in sé che tiene attanagliati i lettori davanti al nostro libro, ma l'attesa che si manifesti."
Home
Magazine
Autori di Writer Officina

Alessandro Falanga

Sono lucano, originario di un piccolo paese del vulture – melfese (Barile, celebre per le scene girate da Pasolini nel suo Il vangelo secondo Matteo) e domiciliato a Potenza. Sono laureato in scienze politiche e ho dedicato buona parte della mia vita all'associazionismo e al terzo settore. Scrivo sin da bambino, quando mi dilettavo con la vecchia macchina da scrivere, e ho avuto diverse esperienze nell'ambito del giornalismo. Nel 2016 ho fondato un sito di recensioni con un mio compagno d'infanzia che negli anni si è guadagnato la stima di diversi autori del panorama nazionale. Amo la lettura – amo tanto i libri quanto i fumetti – e la scrittura. Spesso sento la necessità di esprimersi attraverso lo scritto di qualcosa che mi è piaciuto, con l'obiettivo di condividere le passioni.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorto di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Alessandro Falanga: Circa sette anni fa ho iniziato a scrivere il mio primo racconto. Non era un periodo roseo per me e quindi spesso mi bloccavo o abbandonavo idee che all'inizio ritenevo valide. Dopo aver accumulato diversi scritti, gelosamente custoditi per diverso tempo, ho deciso di cambiare rotta e sviluppare il tutto all'interno di un discorso più ampio.

Writer OfficinaWriter Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Alessandro Falanga: Diversi libri hanno influenzato il mio percorso. Quelli horror mi hanno indirizzato verso un determinato genere, i noir a un determinato tipo di scrittura e quelli letti durante la stesura di un romanzo mi hanno portato verso strade che all'inizio pensavo di non poter percorrere.

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Alessandro Falanga: Ho avuto contatti con diversi editori prima del mio primo romanzo, ma con scarsi risultati. La volontà di confrontarmi con un pubblico, quindi, mi ha indirizzato verso l'autopubblicazione.

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Alessandro Falanga: Sicuramente un'opportunità per cominciare e mettersi alla prova. L'obiettivo è sempre quello di pubblicare con una Casa Editrice, ma con Amazon – con tutte le difficoltà del caso (dall'impaginazione, alla copertina fino alla pubblicità) – si può avere una prima visione di insieme su ciò che si è prodotto.

Writer Officina: A quale dei tuoi libri sei più affezionato? Puoi raccontarci di cosa tratta?

Alessandro Falanga: Il prossimo libro – che vedrà la luce tra circa un mese – è quello a cui sono più affezionato. E' molto autobiografico ed è tratto da uno dei miei primi racconti.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Alessandro Falanga: Dipende dalle situazioni. Spesso cerco di prendere appunti in modo da non dimenticare nulla della trama. Altre volte, invece, scrivo di getto e le parole sembrano arrivare in maniera spontanea.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Alessandro Falanga: Come dicevo è già pronto un secondo libro (dal titolo Chi non terrorizza si ammala di terrore) ma ho anche terminato il seguito del primo romanzo (Far from Dead). Al contrario della prima pubblicazione – che è una sorta di thriller/horror – il secondo è molto più thriller e senza alcun elemento horrorifico come gli altri due scritti.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto