Writer Officina Magazine
Ultime Interviste
Piergiorgio Pulixi fa parte del collettivo di scrittura Mama Sabot, creato da Massimo Carlotto, di cui è allievo. Insieme allo stesso Carlotto e ai Sabot, ha pubblicato diversi titoli a partire da Perdas de Fogu, per poi continuare con L’albero di microchip, Un amore sporco (nel trittico Donne a perdere) e Padre nostro. Nel 2009 inizia la saga poliziesca di Biagio Mazzeo con il noir Una brutta storia, proseguita con La notte delle pantere e Per sempre.
Younis Tawfik (Mossul, 1957) è un giornalista e scrittore iracheno naturalizzato italiano. In Iraq ha ottenuto nel 1978 il Premio di Poesia Nazionale. Vive in esilio in Italia dal 1979. Nel 1986 ha conseguito la laurea in Lettere all'università di Torino. È noto al pubblico televisivo per alcune partecipazioni a programmi di approfondimento giornalistico, quali L'infedele di Gad Lerner, e altri. Con il suo romanzo d'esordio "La Straniera" ha vinto numerosi premi.
Ilaria Tuti. Appassionata di pittura, nel tempo libero ha fatto l’illustratrice per una piccola casa editrice. Nel 2014 ha pubblicato il thriller Fiori sopra l’inferno. Il secondo romanzo, Ninfa dormiente, è del 2019. Entrambi vedono come protagonisti il commissario Teresa Battaglia. Con Fiore di roccia, e attraverso la voce di Agata Primus, Ilaria Tuti celebra un vero e proprio atto d’amore per le sue montagne, dando vita a una storia profonda e autentica, illuminata dalla sensibilità di un’autrice matura e generosa.
Ultimi Articoli
Self Publishing. In passato è stato il sogno nascosto di ogni autore che, allo stesso tempo, lo considerava un ripiego. Se da un lato poteva essere finalmente la soluzione ai propri sogni artistici, dall'altro aveva il retrogusto di un accomodamento fatto in casa, un piacere derivante da una sorta di onanismo disperato, atto a certificare la proprie capacità senza la necessità di un partner, identificato nella figura di un Editore.
Ego Sum, ovvero l'Ego d'Autore nella sua eterna e complessa contraddizione. Ma quanto conta davvero la personalità dello scrittore nel successo dei suoi testi? E quanto pesa la sua immagine pubblica sul piatto della bilancia che lo porta a scalare il gradimento del pubblico? È davvero possibile scindere autore e testo, senza pregiudicarne irrimediabilmente il successo?
Lupus In Fabula, analisi del protagonista negativo nella scrittura antica e moderna, interpretando le favole di Esopo nel contesto della letteratura. "È questa figura che ha il compito di rendere una trama davvero interessante. Non è la tragedia in sé che tiene attanagliati i lettori davanti al nostro libro, ma l'attesa che si manifesti."
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Home
Magazine
Autori di Writer Officina

Federico Puorro

Il mio nome è Federico Puorro, sono nato in casa, ergo persona genuina. Sono diplomato ragioniere programmatore e attore comico. Due diplomi simili. Almeno per me. Questo perché pago le bollette lavorando al supermercato, avendo bisogno del pubblico. Sono uno dei migliori cassieri dei super del mondo. La mia qualità migliore è la modestia. Per arrotondare faccio l' attore in commedie dialettali e in lingua. Sono sempre stato un attore di peso...100kg. Faccio il clown per i bambini dal 2002 e faccio il comico fin da bambino. Sono un comico di spessore e se mi vedete di lato capite subito di che spessore. Ho partecipato a programmi TV alla RAI e MEDIASET. Sono un artista di fama mondiale, perché farei la fame in qualsiasi parte del mondo. Più che arrotondare mi arrotondo io.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorto di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Federico Puorro: Io scrivevo stupidaggini che chiamavo cabaret da quando avevo circa 30 anni, cioè da quando ho cominciato a fare il comico in giro. Poi, però, è stato un concorso di scrittura del settore cultura di Porsche Italia chiamato “Volo Rapido”, a cui ho partecipato nel 2007 a dare forma concreta ai miei appunti. Lì ho conosciuto altri pseudo scrittori con i quali abbiamo fondato il gruppo dei Volatori Rapidi, eravamo in 17, e con loro abbiamo pubblicato cinque libri che abbiamo venduto a parenti e amici...

Writer OfficinaWriter Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Federico Puorro: Sì, “Io uccido” di Giorgio Faletti, libro che mi è piaciuto molto, ma mi ha fatto capire di cambiare decisamente strada. Così ho letto Italo Calvino, Daniel Pennac e in particolare, un libro di racconti di Mark Twin. Dopo quel libro ho avuto più chiaro quello che mi sarebbe piaciuto scrivere.

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Federico Puorro: Nel 2011, dopo quattro anni coi Volatori Rapidi, ho spiccato il volo da solo e sono...precipitato, scherzo...Ho pubblicato il mio primo libro intitolato “Il cliente ha sempre...la ragione?”. L 'ho proposto alla casa editrice che ci pubblicava coi Volatori Rapidi e ha accettato a suo rischio e pericolo. Su KDP l'ho ripubblicato in ebook e l'ho intitolato “HA LA TESSERA?”

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Federico Puorro: Quando ho saputo di questa opportunità ho voluto provare subito e credo sia un' ottima cosa. Però, sono ancora un neofita su questa piattaforma per esprimere un giudizio completo e autorevole. Sicuramente è un vantaggio rispetto a pagare per pubblicare.

Writer Officina: A quale dei tuoi libri sei più affezionato? Puoi raccontarci di cosa tratta?

Federico Puorro: Sono affezionato a tutti i miei libri, quando li rileggo e capita spessissimo, mi complimento con me stesso:”Bravo Federico” - “Grazie non c'è di ché!”. Ma quello a cui devo affezionarmi di più è quello che devo ancora scrivere...sennò, non lo porto a termine.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Federico Puorro: Come tecnica, uso tutte le dita e la tastiera del PC. Scherzo. Prima arriva l'istinto o l'ispirazione, poi, però, preparo uno schema, dapprima mentale e poi, per non perdermi, lo metto su carta.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Federico Puorro: Ho in testa e nel PC un' infinità di idee diverse fra loro. Sto lavorando a diverse cose, devo ancora decidere quale portare in porto, proprio in questi giorni. Il mio limite non sono le idee, ma il mercato ridotto di riferimento, essendo pressoché sconosciuto ai più e scrivendo un genere poco grondante di violenza, crudeltà e sangue, che, purtroppo, la fanno da padrona.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto