5 Romanzi di [Andrea Bindella] .: Writer Officina :.
 
Andrea Bindella
Anima Sintetica Fantascienza
Jennifer. - Signore, una navetta non autorizzata è in rotta di intercettazione - segnalò il tenente comandante addetto al radar. - Massima potenza alla barriera protettiva, armi puntate e pronti a fare fuoco! Allarme blu! - ordinò il comandante, Steisy, una donna umana sulla quarantina, non molto alta, dalla carnagione olivastra, i lunghi capelli neri, i lineamenti mascolini e gli occhi verdi. Steisy era la seconda in comando della nave d...
Andrea Bindella
Inganno Imperfetto Cyberpunk
Gli Albori. Un'eco assordante scosse l'edificio fin dalle fondamenta, qualcosa di primordiale lo costrinse ad aprire la porta e uscire. - Turok! Turok! Turok! - . La folla lo acclamava, il grande giorno era finalmente arrivato. Gli era costato molti sacrifici diventare Turok il mietitore, ma ne era valsa la pena. Uscì dal tempio a grandi passi, sicuro di sé, a testa alta. La folla urlava il suo nome all'unisono e il guerriero li ricambiava ...
Andrea Bindella
Un Nuovo Nemico Fantasy
Ricardus. - Richard? - chiese l'uomo, stupito. - Rufus? Ma non eri morto? - domandò Richard, ancora più sbalordito. Ventisei giorni prima - Devo sbrigarmi. Devo fare presto! - pensò Massimo, correndo. - Il sole è quasi calato, devo essere lì prima che si svegli - . Aveva il fiatone, le vertigini ed era zuppo di sudore. - Lui odia svegliarsi e non trovarmi... Ogni volta che è successo... Neanche voglio ripensarci a quello che mi...
Andrea Bindella
Terra 2486 Fantascienza
La scoperta. - Ora che ti ho spiegato il piano fin nei minimi particolari, dovrebbe arrivare la cavalleria a uccidermi e salvarti, proprio come nei film - . La donna si guardò intorno e tese le orecchie. - Non sento niente - . Sorrise. - Addio, tesoro. A non rivederci più - . Prese la mira e gli sparò alla testa. * * * - Deve essere lui - dichiarò l'umanoide con le corna. Si faceva chiamare Bafhetis. - Sì, dobbiamo fare in fretta...
Andrea Bindella
Il Compagno Ideale Raccolta di Racconti
Alexander - Mamma, perché papà è così strano? È passata una settimana da quando è tornato dalla città e ora non sembra più lui. Perché, mamma? - chiese Alexander. - Papà non è strano, ha solo passato una brutta settimana e ha un po' di febbre. Stai tranquillo, vedrai che fra qualche giorno tutto tornerà come prima. Perché ora non vai a chiamarlo? È quasi ora di cena - rispose Joséphine, mentendo. Neanche lei sapeva più cosa pensare del ma...
Home
Blog
Biblioteca di Writer Officina

Dedicato a chi vuole sognare, dedicato a chi crede in se stesso e vuole incantare il mondo con le parole. Dedicato ai ribelli e ai sognatori, dedicato a chi non si arrende davanti a un rifiuto e vuole continuare a dipingere la vita con mille colori. Questo è il luogo di tutti, un acro di terra sconsacrata, dove ognuno può coltivare i propri sogni, affinché si realizzino e non abbiano padroni. Questo è il luogo dei folli che vogliono cambiare il mondo e ci riescono davvero, questa è l'ultima speranza di chi vuole nascere mille volte e non morire mai...

Abel Wakaam