4 Romanzi di [Myrddin Emrys] .: Writer Officina :.
 
Myrddin Emrys
Quel maledetto silenzio Romanzo Rosa
Damiano sbatté le palpebre, non riuscendo a capire. Serena gli stava dicendo che si era innamorata di un altro e che non voleva più sentirlo né vederlo. E lo diceva con tono sostenuto, come se lo accusasse di qualcosa che lui neppure sapeva di aver fatto. In quel preciso istante, mentre il suo mondo crollava, riusciva a vedere solo l'alito di lei che si condensava al freddo, come se quella nebbiolina li stesse separando definitivamente. La vi...
Myrddin Emrys
Lettere dal passato Romanzo Rosa
Aprì la cassetta delle lettere, prese tutto il malloppo di carta che non ritirava da una settimana e si fece i tre piani a piedi per arrivare al suo appartamento. Odiava l'ascensore, il dover attendere che fosse libero e magari rimanere a tu per tu con qualche condomino che gli stava gentilmente sulle scatole. No, meglio infilare subito le scale e sparire dalla visuale. Cercò nello zaino il portachiavi e aprì la porta di casa. Finalmente! Dop...
Myrddin Emrys
Come un lampo nel buio Romanzo Rosa
Inghilterra, autunno 1902 Uscì dalla biblioteca con i libri sotto il braccio, alzò lo sguardo al cielo e capì che presto avrebbe iniziato a piovere. Londra era nota per il clima rigido e lui lo aveva imparato sulla propria pelle. Ormai ci aveva quasi fatto l'abitudine: da due anni soggiornava nella metropoli e ancora vagheggiava il tepore di casa. Ma fintanto che non avesse conseguito la laurea, tornare in Italia sarebbe rimasto un sogno. Su...
Myrddin Emrys
Matajur - Forbidden colours Romanzo Storico
Volpina, estate 1903. Armando e Nazario si accucciarono nel canneto che costeggiava il fiume Montone, stando bene attenti a non far rumore, la cerbottana già pronta per essere usata. Grilli, cicale, raganelle e rospi creavano una sinfonia di suoni che ricorreva ogni anno nel periodo più caldo e che per Armando e Nazario rappresentava la fine dell'anno scolastico e l'inizio del divertimento. Da pochi giorni avevano terminato la quarta elementa...
Home
Blog
Biblioteca New
Biblioteca All
Biblioteca Top
Autori
Recensioni
Inser. Romanzi
@ contatti
Policy Privacy
Biblioteca di Writer Officina

Dedicato a chi vuole sognare, dedicato a chi crede in se stesso e vuole incantare il mondo con le parole. Dedicato ai ribelli e ai sognatori, dedicato a chi non si arrende davanti a un rifiuto e vuole continuare a dipingere la vita con mille colori. Questo è il luogo di tutti, un acro di terra sconsacrata, dove ognuno può coltivare i propri sogni, affinché si realizzino e non abbiano padroni. Questo è il luogo dei folli che vogliono cambiare il mondo e ci riescono davvero, questa è l'ultima speranza di chi vuole nascere mille volte e non morire mai...

Abel Wakaam