Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Dacia Maraini nasce a Fiesole (Firenze). La madre Topazia appartiene a un’antica famiglia siciliana, gli Alliata di Salaparuta. Il padre, Fosco Maraini, per metà inglese e per metà fiorentino, è un grande etnologo ed è autore di numerosi libri sul Tibet e sull’Estremo Oriente. Nel 1943 si trova con la famiglia in Giappone e vive la drammatica esperienza di un campo di prigionia. Ad oggi, è considerata a pieno titolo "la signora della letteratura Italiana".Gli ultimi romanzi pubblicati con Rizzoli, sono Corpo Felice e Trio.
Erri De Luca. Nato a Napoli nel 1950, ha scritto narrativa, teatro, traduzioni, poesia. Il nome, Erri, è la versione italiana di Harry, il nome dello zio. Il suo primo romanzo, “Non ora, non qui”, è stato pubblicato in Italia nel 1989. I suoi libri sono stati tradotti in oltre 30 lingue. Autodidatta in inglese, francese, swahili, russo, yiddish e ebraico antico, ha tradotto con metodo letterale alcune parti dell’Antico Testamento. Vive nella campagna romana dove ha piantato e continua a piantare alberi. Il suo ultimo libro è "A grandezza naturale", edito da Feltrinelli.
"Il destino di ogni uomo è un segreto sepolto nel silenzio" A pronunciare queste parole è Glenn Cooper, uno scrittore che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo e che ha un legame particolare con la storia Italiana. Il suo ultimo libro si intitola Clean - Tabula Rasa e racconta di una epidemia mondiale molto simile a quella che abbiamo appena vissuto.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Manuale di pubblicazione Amazon KDP. Sempre più autori emergenti decidono di pubblicarse il proprio libro in Self su Amazon KDP, ma spesso vengono intimoriti dalle possibili complicazioni tecniche. Questo articolo offre una spiegazione semplice e dettagliata delle procedure da seguire e permette il download di alcun file di esempio, sia per il testo già formattato che per la copertina.
Fabula, trama e chiacchiere davanti al fuoco. Perché non proviamo a raccontare una storia come lo faremmo di notte, con degli sconosciuti, attorno a un fuoco? Perché non dimentichiamo le tecniche della fabula e dell'intreccio per trasformare la trama in una storia tatuata sulla pelle di chi legge o ascolta? È davvero così importante seguire uno schema e incanalarci nel modus operandi corrente?
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Home
Blog
Biblioteca New
Biblioteca All
Biblioteca Top
Autori
Recensioni
Inser. Romanzi
@ contatti
Policy Privacy
Autori di Writer Officina

Matteo Di Gennaro

Alla mia attività da scrittore affianco quella da Ghostwriter aiutando i miei clienti a dare concretezza alle loro idee; solitamente il mio è un aiuto, in quanto spingo molto perché siano loro stessi gli artefici della storia. In alcuni casi però, per oggettiva mancanza di tempo o poca dimestichezza nello scrivere (a ognuno il suo) prendo in mano la situazione, mantenendo sempre un costante rapporto di coinvolgimento. Personalmente sono un inguaribile sognatore, un viandante affamato di risposte che non siano scontate o di comodo; mi nutro di storie ancestrali e riflessioni istintive sulla vita; sorgono spontanee e accompagnano da sempre la mia vita. Negli ultimi dieci anni mi sono dedicato allo studio delle filosofie orientali, che hanno cambiato radicalmente ciò che era il mio pensiero, proiettandolo “oltre confine”, ossia in continua esplorazione. In un certo senso, passati gli anni irrequieti della gioventù è avvenuto un distacco totale da quelle che erano le mie sicurezze, da quei valori che in fondo non mi facevano stare bene. L'ignoto è freddo e imprevedibile, denso di trappole e paure, ma se lo percorreremo con ardore, alla fine del viaggio, ci forgeremo in persone nuove ritornando così finalmente a casa.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorto di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Matteo Di Gennaro: Fin da piccolo mi portavo appresso sempre un foglio e una matita; i pensieri che mi passano oggi come allora per la testa sono tanti e scrivere è per me un bisogno innato; come un computer saturo che deve scaricare i dati per non andare in tilt. Verso i 35 anni ho deciso di raccogliere tutti quei foglietti e costruirci un libro, ed è così che è nata “Frammenti di Vita”: una raccolta di poesie a cui sono profondamente legato, anche perché pubblicato dalla storica Casa Editrice Battei di Parma. Soprattutto però, sono stati gli anni di studio Zen che mi hanno dato la consapevolezza di ciò che sono dando finalmente un senso alla mia irrequietudine.

Writer Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Matteo Di Gennaro: Sì! Il Romanzo “Radici”; Alex Haley è riuscito a descrivere con toccante umanità la ferocia della schiavitù donandomi emozioni che ancora oggi vivono dentro di me. Terminata la lettura del romanzo ricordo che alzando gli occhi al cielo mi dissi: “Ecco ciò che voglio fare nella vita: donare emozioni alle persone, spingerle a riflettere, e a vivere attraverso la forza delle parole realtà a loro sconosciute.”

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Matteo Di Gennaro: Negli ultimi tre anni ho scritto tre romanzi e un racconto; nella mia iniziale ingenuità credevo che bastasse proporre un manoscritto di qualità per avere il riscontro dalle Case Editrici di medio-alto livello, ma ho capito che non è così. Continuo però a lavorare sodo senza scendere a compromessi, consapevole della validità del mio lavoro: cerco chi investa su di me e sulle mie storie, non chi vuole solo sfruttare la grandezza del mio sogno.


Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Matteo Di Gennaro: Direi proprio di sì! Ho appena pubblicato su Amazon Kindle l'Ebook “LA CASA MALATA - IL MALE AVANZA”, investendo tempo e risorse. Rimango dell'idea che uno scrittore dovrebbe pensare solo a scrivere, lasciando il resto alla Casa Editrice, ma se nessuno ti conosce in un qualche modo devi ingegnarti perché come amo sempre dire: “I sogni non si aspettano, ma si vanno a prendere!”

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Matteo Di Gennaro: La Visione (come amo definirla) arriva all'improvviso: mentre guardo un film, nuoto oppure cammino; a quel punto scrivo di getto senza soffermarmi più di tanto seguendo l'istinto. Successivamente costruisco lo scheletro della storia: personaggi, ambientazione e logica temporale, poi segue lo studio delle realtà professionali dei protagonisti, del contesto geografico, usi e costumi, tipo di alimentazione, perfino il tabacco e i liquori; nulla è lasciato al caso. Inizia di seguito la prima stesura in cui la creatività emerge in tutto il suo splendore, dopodichè, nella seconda stesura apporto le migliorie di stile e grammatica, elimino i refusi e, in alcuni punti rivedo il testo, tagliando ciò che ritengo futile sostituendolo con nuove idee. Alla base deve esserci metodo, disciplina e sacrificio; non basta il solo talento.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Matteo Di Gennaro: Sono in un momento parecchio intenso: sto ultimando un romanzo come Ghostwriter, oltre a sponsorizzare il mio racconto LA CASA MALATA - IL MALE AVANZA. Inoltre continuo a tenere aperti i canali con Case Editrici di spessore: i tempi sono lunghi e bisogna armarsi di pazienza, ma sono convinto che i frutti del duro lavoro presto arriveranno. Il tempo per la mia nuova creatura però me lo sono ritagliato: ho creato lo scheletro e mi sto documentando per arrivare pronto alla prima stesura.
Bene! L'intervista è giunta ormai al termine. Grazie a Writer Officina per avermi dato l'occasione di farmi conoscere. È per me un onore fare parte di questo gruppo e mi auguro di avervi fatto trascorrere minuti piacevoli. Un abbraccio a tutti. Matteo.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto
 
225 visualizzazioni