Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Erri De Luca. Nato a Napoli nel 1950, ha scritto narrativa, teatro, traduzioni, poesia. Il nome, Erri, è la versione italiana di Harry, il nome dello zio. Il suo primo romanzo, “Non ora, non qui”, è stato pubblicato in Italia nel 1989. I suoi libri sono stati tradotti in oltre 30 lingue. Autodidatta in inglese, francese, swahili, russo, yiddish e ebraico antico, ha tradotto con metodo letterale alcune parti dell’Antico Testamento. Vive nella campagna romana dove ha piantato e continua a piantare alberi. Il suo ultimo libro è "A grandezza naturale", edito da Feltrinelli.
Maurizio de Giovanni (Napoli, 1958) ha raggiunto la fama con i romanzi che hanno come protagonista il commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta. Su questo personaggio si incentrano Il senso del dolore, La condanna del sangue, Il posto di ognuno, Il giorno dei morti, Per mano mia, Vipera (Premio Viareggio, Premio Camaiore), In fondo al tuo cuore, Anime di vetro, Serenata senza nome, Rondini d'inverno, Il purgatorio dell'angelo e Il pianto dell'alba (tutti pubblicati da Einaudi Stile Libero).
Lisa Ginzburg, figlia di Carlo Ginzburg e Anna Rossi-Doria, si è laureata in Filosofia presso la Sapienza di Roma e perfezionata alla Normale di Pisa. Nipote d'arte, tra i suoi lavori come traduttrice emerge L'imperatore Giuliano e l'arte della scrittura di Alexandre Kojève, e Pene d'amor perdute di William Shakespeare. Ha collaborato a giornali e riviste quali "Il Messaggero" e "Domus". Ha curato, con Cesare Garboli È difficile parlare di sé, conversazione a più voci condotta da Marino Sinibaldi. Il suo ultimo libro è Cara pace ed è tra i 12 finalisti del Premio Strega 2021.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Manuale di pubblicazione Amazon KDP. Sempre più autori emergenti decidono di pubblicarse il proprio libro in Self su Amazon KDP, ma spesso vengono intimoriti dalle possibili complicazioni tecniche. Questo articolo offre una spiegazione semplice e dettagliata delle procedure da seguire e permette il download di alcun file di esempio, sia per il testo già formattato che per la copertina.
Self Publishing. In passato è stato il sogno nascosto di ogni autore che, allo stesso tempo, lo considerava un ripiego. Se da un lato poteva essere finalmente la soluzione ai propri sogni artistici, dall'altro aveva il retrogusto di un accomodamento fatto in casa, un piacere derivante da una sorta di onanismo disperato, atto a certificare la proprie capacità senza la necessità di un partner, identificato nella figura di un Editore.
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Home
Blog
Biblioteca New
Biblioteca All
Biblioteca Top
Autori
Recensioni
Inser. Romanzi
@ contatti
Policy Privacy
Autori di Writer Officina

Fabio Giardinetti

Fino all'età di 25 anni circa ho fatto il musicista, occupandomi spesso anche della stesura dei testi. Abbandonando il mondo della musica, ho cominciato a portare avanti la passione per la poesia e per altre forme di comunicazione letteraria, come il racconto breve e il saggio.
Negli anni '90 ho gestito, insieme al cantautore Massimiliano D'Ambrosio, lo spazio denominato “Folkstudio Giovani”, all'interno dell'omonimo storico locale della capitale. Negli stessi anni ho fondato il gruppo musicale Fil Rouge, col quale ci siamo fatti conoscere nel mondo dei centri sociali ed in ambito di manifestazioni culturali e di protesta. Abbiamo spesso aperto i concerti a Roma di Paolo Pietrangeli e Claudio Lolli. Ho collaborato, in maniera estemporanea, con varie riviste e quotidiani, tra cui “Idea”, “L'Altro” e “LOOP”.
Sono co-fondatore di AVITA Onlus, Associazione Volontari Isola Tiberina per l'Africa, istituita nel 2003 e operante, in ambito sanitario e sociale, nei territori dell'Africa occidentale, in particolar modo in Togo e dell'A.P.S. Genitori per la Scuola – Associazione Genitori Scuole Municipio 8 Roma, dal 2019.
Negli ultimi anni, dopo una lunga parentesi dedicata all'impegno politico e al mondo della scuola, ho ripreso parte del materiale accantonato e ricominciato a scrivere, pubblicando un quaderno emozionale, dal titolo “Più che ricordi” con la casa editrice Pan di Lettere e una silloge poetica, “Districanti” con L'Inedito letterario.
Dal 2021 gestisco e promuovo, insieme al poeta e amico, Emiliano Scorzoni, da poco scomparso dopo una lunga malattia, il progetto “Contaminazioni poetiche”. “Sulla riva sinistra del Tevere” è il mio primo libro di racconti.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorto di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Fabio Giardinetti: Ho iniziato a scrivere intorno ai 14 anni e a leggere un po' di tutto, dai fumetti ai classici.

Writer Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Fabio Giardinetti: In realtà no. Ma sicuramente un insieme di autori, che mi hanno accompagnato in questo percorso. Penso a Calvino, Rodari e per arrivare ai giorni nostri, Stefano Benni.

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Fabio Giardinetti: Sono stato molto fortunato, perché grazie ad un amico, ho conosciuto Fabio Martini, un editore indipendente con una bella visione. È venuto tutto naturale, prima la silloge poetica “Districanti” e ora il libro di racconti. Un bel percorso che mi ha portato a impegnarmi anche all'interno dell'associazione letteraria, da cui scaturisce la casa editrice L'Inedito Letterario.

Writer Officina: A quale dei tuoi libri sei più affezionato? Puoi raccontarci di cosa tratta?

Fabio Giardinetti: Alcuni dei racconti che si trovano nel mio ultimo libro, sono una parte importante di me che ho voluto tirar fuori, dopo un periodo difficile, per cui mi sento di rispondere che sono particolarmente affezionato a “Sulla riva sinistra del Tevere” che è poi la riva da cui osservo ciò che mi circonda, sotto tanti punti di vista.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Fabio Giardinetti: Scrivo on the road...appunto tutto sul telefonino, non cancello nulla! Alla fine mi è tutto utile!

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Fabio Giardinetti: Ho appena terminato una nuova silloge poetica dal titolo “Parole da Marciapiede” e sto scrivendo un romanzo ambientato in un quartiere di Roma, ma non posso dire di più!

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto
 
364 visualizzazioni