Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Divier Nelli è uno scrittore, editor, insegnante di narrazione e consulente editoriale. È nato a Viareggio nel 1974 e vive nel Chianti. Scoperto da Raffaele Crovi alla fine degli anni Novanta, ha esordito nel 2002 col romanzo La contessa, cui sono seguiti Falso Binario, Amore dispari, Coma, Il giorno degli orchi e la riscrittura del classico ottocentesco Il mio cadavere di Francesco Mastriani. Il suo ultimo libro tratta il tema scottante del bullismo infantile, affidato al racconto della giovane protagonista della storia. Il titolo è Posso cambiarti la vita, edito da Vallecchi-Firenze.
Gabriella Genisi è nata nel 1965. Dal 2010 al 2020, racconta le avventure di Lolita Lobosco. La protagonista è un’affascinante commissario donna. Nel 2020, il personaggio da lei creato, ovvero Lolita Lobosco, prende vita e si trasferisce dalla carta al piccolo schermo. In quell’anno iniziano infatti le riprese per la realizzazione di una serie tv che si ispira proprio al suo racconto, prodotta da Luca Zingaretti, che per anni ha vestito a sua volta proprio i panni del Commissario Montalbano. Ad interpretare Lolita, sarà invece l’attrice e moglie proprio di Zingaretti, Luisa Ranieri.
Grazia Verasani si diploma all'Accademia dell'arte drammatica all'età di vent'anni. Le sue prime esperienze avvengono col Teatro Stabile dell’Aquila e col Teatro Stabile di Torino. Dopo l'incontro con Tonino Guerra, che la incita a scrivere, nel 1987 pubblica alcuni dei suoi primi racconti grazie a Roberto Roversi, che definisce la sua scrittura "immaginifica". Il suo romanzo più conosciuto è "Quo vadis baby?" da cui è stato tratto il film omonimo, con la regia di Gabriele Salvadores. Nella sua ultima opera "Come la pioggia sul cellofan" continua a raccontare la storia di Giorgia Cantini.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Dialoghi e Menzogne. Il passaggio dal cinema muto al sonoro ha cambiato la percezione di una scena. Se vi soffermate su questo antico concetto, vi ritroverete a paragonare un libro alla stessa forma determinante di comunicazione, ma vi renderete conto che non ha alcun senso imbavagliare i nostri personaggi. E ora vi domando: cosa sarebbe "Il Piccolo Principe" senza i dialoghi con la volpe?
"I have a dream", ripeteva Martin Luther King Jr. il 28 agosto 1963 davanti al Lincoln Memorial di Washington. "Io ho un sogno" è parte integrante della speranza di ognuno di noi, perché senza sogni resteremmo schiavi delle convenzioni. E non importa quanto sia piccolo o grande un sogno, la questione basilare è non arrendersi mai.
Self Publishing. In passato è stato il sogno nascosto di ogni autore che, allo stesso tempo, lo considerava un ripiego. Se da un lato poteva essere finalmente la soluzione ai propri sogni artistici, dall'altro aveva il retrogusto di un accomodamento fatto in casa, un piacere derivante da una sorta di onanismo disperato, atto a certificare la proprie capacità senza la necessità di un partner, identificato nella figura di un Editore.
Home
Blog
Autori
Biblioteca Top
Biblioteca All
Servizi
Inserim. Dati
Writer School
@ contatti
Policy Privacy
Autori di Writer Officina

Loredana Marconi

Vivo a Roma dalla nascita (1964) ma amo molto viaggiare, soprattutto in luoghi carichi di passato o di arte. Lavoro presso una pubblica amministrazione, dove mi sono occupata nel tempo di formazione, organizzazione del personale e comunicazione, in linea con gli studi di psicologia del lavoro. Amo leggere, saggistica e narrativa, in particolare ita-liana, ed ho iniziato a scrivere storie da bambina, prevalentemente racconti brevi ma, nel tempo, anche favole, ad uso e a volte in coppia con mia figlia. Sono socievole ma amo anche la solitudine, in compagnia di un buon libro...e ultimamente di blog e social dove posso carpire notizie curiose, in particolare sulla mia città, o scambiare idee con chi ha i miei stessi interessi. Non sono sportiva, ma nuotare è la cosa che più di tutte al mondo mi rilassa e mi dà pace e l'acqua, marina o lacustre, è il mio elemento.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorto di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Loredana: ho cominciato a leggere e scrivere a tre anni, grazie a mia madre che faceva la maestra. La passione per la letteratura italiana contemporanea è iniziata al ginnasio: il professore di lettere, che era anche il bibliotecario della scuola, ci faceva scegliere i titoli da ordinare e durante le interrogazioni ci faceva esporre una ricerca su un autore del ‘900, di cui dovevamo aver letto, se non l'opera omnia, quantomeno i libri più importanti. Iniziai così a leggere -e mi innamorai- di Moravia, Vittorini, Pavese e, soprattutto, Elsa Morante.

Writer OfficinaWriter Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Loredana: La voce delle onde, di Yuko Mishima.

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Loredana: Ho pubblicato il primo libro, - Il soffio - ; in selfpublishing con Youcanprint ad aprile 2020, sia in e book che in cartaceo. La raccolta di racconti si trova su tutte le principali piattaforme e, a richiesta, in libreria.. Finora ho ricevuto tre proposte, che non ho accettato per le condizioni contrattuali. A fine agosto è uscito - Nuvole - , pubblicato tramite Amazon. Vedremo se arriveranno proposte interessanti per i due libri, altrimenti continuerò con il selfpublishing.

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Loredana: Risposta Sicuramente è un'opportunità, anche se il libro risulta presente solo su Amazon, mentre con Youcanprint viene distribuito sia su Amazon che tramite altri siti e può essere acquistato in cartaceo direttamente, a richiesta, in libreria. Ovviamente ogni autore cerca una casa editrice per l'editing. la promozione professionale e la distribuzione presso le librerie dell'opera, ma se le condizioni non sono vantaggiose o i servizi non sono all'altezza delle aspettative conviene a mio avviso utilizzare il selfpublishing.

Writer Officina: A quale dei tuoi libri sei più affezionato? Puoi raccontarci di cosa tratta?

Loredana: Risposta Alla prima raccolta di racconti, - Il soffio - . La raccolta è un viaggio nei sentimenti, nei desideri e nelle storie di vita di tre donne molto diverse tra di loro alla ricerca della propria dimensione esistenziale. Il racconto che dà il titolo al libro è la storia di un improvviso viaggio a Creta di due amiche storiche in un momento di crisi della protagonista. Il finale è lasciato aperto con una domanda diretta ai lettori, posta utilizzando metaforicamente la rosa dei venti. Il secondo racconto, - Falso d'autore - , si snoda tra Milano, Parigi, Berlino, l'islanda e Pechino. L'ho scritto pensando alla causalità e alle insidie della notorietà e della vita e narra di una ragazza che vorrebbe fare la pittrice ma non riesce ad emergere e, per un incastro del destino, vende l'immagine dell'opera cui tiene di più ad una catena internazionale per utilizzarle nei gadget, raggiunge la notorietà -che fa da traino alle sua carriera di pittrice - ma poi...non narro di più. Il terzo racconto, - Il prato - parla di un viaggio in solitaria di una ragazza e dell'incontro con un bambino, attraverso il quale emerge il nodo esistenziale che l'ha portata in Irlanda.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Loredana: Risposta Trovo un filo conduttore e mi lascio andare alla fantasia, scrivendo ad occhi chiusi sul computer, a volte con la musica in sottofondo.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Loredana: Risposta Nuvole, il secondo libro pubblicato, è uno dei possibili scenari evolutivi del racconto "Il soffio", inserito nella prima raccolta. " In "Nuvole" le vite delle due amiche e degli altri personaggi si intrecciano ed evolvono seguendo le nuvole trasportate dai venti nei cieli del mondo, tingendosi di nero, di rosa e di giallo. Dal momento che rappresenta una delle ipotesi di sviluppo, sto provando a scrivere un diverso seguito de - Il soffio - , in cui i venti si mescolano in altro modo, e vorrei farne anche un ulteriore, con un finale ancora diverso, sulla base di suggerimenti dei lettori. Tutti i racconti legati a - Il soffio - possono essere letti anche come storie autonome.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto
 
134 visualizzazioni