Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Lorenzo Marone. Autore di successo, ha pubblicato La tentazione di essere felici che ha ispirato un film, La tenerezza, con regia di Gianni Amelio, La tristezza ha il sonno leggero (Longanesi, 2016), Magari domani resto (Feltrinelli, 2017) Premio Selezione Bancarella 2017, Un ragazzo normale (Feltrinelli 2018), Premio Giancarlo Siani, la raccolta Cara Napoli (Feltrinelli, 2018), Tutto sarà perfetto (Feltrinelli 2019), il saggio per Einaudi Inventario di un cuore in allarme (2020), e La donna degli alberi (Feltrinelli 2020).
Romana Petri vive tra Roma e Lisbona. Editrice, traduttrice e critica letteraria, collabora con «ttl La Stampa», il «Venerdì di Repubblica», «Corriere della Sera» e «Il Messaggero». Considerata dalla critica come una delle migliori autrici italiane contemporanee, ha scritto tra romanzi e raccolte di racconti ben 23 libri. Ha ottenuto prestigiosi premi e riconoscimenti, tra i quali il Premio Mondello, il Rapallo-Carige e il Grinzane Cavour. È stata inoltre finalista due volte al Premio Strega. Tra i suoi libri più conosciuti Figlio del lupo e l'ultimo uscito: La Rappresentazione.
Ariase Barretta. È nato in un quartiere popolare di Napoli. Si è laureato all’Istituto Orientale, per poi proseguire gli studi presso le università di Modena, Barcellona e Madrid. Alla passione per la scrittura ha sempre affiancato quella per la musica, dedicandosi allo studio della teoria musicale, del pianoforte e della composizione corale presso i conservatori di Salerno e Benevento. Ha lavorato come redattore e traduttore per numerosi network televisivi italiani e internazionali e per varie case editrici. Il suo ultimo romanzo è Cantico dell'Abisso.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Promozione Letteraria. Il termine angloamericano "slogan" deriva dall'antica voce gaelica "sluagh-ghairm", che aveva la funzione primaria di reclutare i combattenti alle armi. Nei tempi moderni, questo termine è legato a una più banale propaganda commerciale e inglobato nel Marketing per definire una frase facilmente memorizzabile. Ma come possiamo creare una promozione letteraria per far meglio conoscere i nostri libri?
Dialoghi e Menzogne. Il passaggio dal cinema muto al sonoro ha cambiato la percezione di una scena. Se vi soffermate su questo antico concetto, vi ritroverete a paragonare un libro alla stessa forma determinante di comunicazione, ma vi renderete conto che non ha alcun senso imbavagliare i nostri personaggi. E ora vi domando: cosa sarebbe "Il Piccolo Principe" senza i dialoghi con la volpe?
Home
Blog
Autori
Biblioteca Top
Biblioteca All
Servizi
Inserim. Dati
Conc. Letterario
@ contatti
Policy Privacy
Autori di Writer Officina

Tecla Rinaldi

Mi chiamo Tecla, sono nata nel 1984 e vengo da un paesino della provincia di Bergamo. Amo molto cucinare e spesso mi sbizzarrisco nella creazione di dolci che poi condivido con amici, familiari e colleghe di lavoro. Uso la mia creatività e modifico le ricette a mio piacimento, sperimentando anche l'uso di alimenti poco raffinati e magari anche di produttori locali. Amo la musica che è per me una vera e propria passione: ho intrapreso da bambina lo studio del corno francese, con maestri privati, e suono attualmente in un Corpo Bandistico. Mi piace la psicologia e la pedagogia, in generale tutte quelle materie umanistiche che ho studiato al Liceo. Dopo il diploma ho iniziato subito a lavorare presso una scuola materna, e dopo qualche anno, con un gruzzoletto di soldi messi da parte, mi sono iscritta all'Università, a Milano, in Scienze della Formazione Primaria. Tuttavia, nonostante il percorso quasi completato a fronte della fatica di lavorare tutto il giorno, lo studio assiduo, gli spostamenti in treno, le tasse ecc.​ ho dovuto abbandonare lo studio, non riuscendo a completare la mia carriera universitaria. Causa eventi di ogni tipo, come l'aver messo in piedi una famiglia, la morte di mio padre, alcuni cambiamenti interni alla facoltà, e il lavoro presso una nuova struttura.

Writer Officina: La tua passione per la scrittura come e quando nasce?

Tecla Rinaldi : Fin da ragazza ho sognato di scrivere un libro e un giorno mi sono detta che valeva la pena provare a realizzare il mio sogno. Questo è accaduto con la morte di mio padre, così mi sono messa a scrivere sul serio. Sono sempre stata una lettrice accanita di gialli, ma mi piace molto anche andare in biblioteca e farmi ispirare dalle copertine, dai titoli e quindi leggo anche romanzi di altro genere.

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Tecla Rinaldi: Sì, ho inviato il mio manoscritto a diverse case editrici, sia grandi che piccole, sparse in tutta Italia. Alcuni editori mi hanno risposto e mi hanno fatto alcune proposte, ad esempio la revisione di una parte della trama che però non ho accettato, ma anche di corsi o editing a pagamento.

Writer Officina: Hai fatto dei corsi?

Tecla Rinaldi : Sì, ho accettato di fare un corso sulla scrittura con un Editore toscano.

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Tecla Rinaldi : Sì, ritengo che abbia i suoi vantaggi ma devi fare tutto da te.

Writer Officina: La scrittura ha una forte valenza terapeutica. Confermi?

Tecla Rinaldi : Sì, assolutamente. A me è servito a rielaborare il lutto di mio padre, di cui appunto parlo e a cui ho dedicato il libro. Inoltre scrivere mi ha confortata in un momento triste della mia vita personale.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Tecla Rinaldi : Il mio libro d'esordio l'ho scritto di getto. Non avevo una scaletta, non avevo una trama specifica. Il romanzo è nato e cresciuto da solo, sera dopo sera quando tutti erano a letto e nel silenzio della notte, il mio cervello macinava un nuovo capitolo.

Writer Officina: Ti sei documentata sui luoghi, sulle professioni di cui parli?

Tecla Rinaldi : Certamente. Ci sono cose che si possono inventare e cose, a mio avviso, che invece devono essere scritte per come sono nella realtà. Mi sono documentata, ad esempio, su una mostra fotografica realmente accaduta nel luogo che cito nel romanzo ed è stato molto interessante e curioso.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Tecla Rinaldi : Sì, sto scrivendo un altro libro, genere Romanzo introspettivo e d'amore come il mio primo. Molti lettori mi hanno chiesto il seguito de "la rosa di cartapesta" ma ancora non sono pronta per continuarlo. Un giorno, forse!

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto
 
195 visualizzazioni