Writer Officina Magazine
Ultime Interviste
Piergiorgio Pulixi fa parte del collettivo di scrittura Mama Sabot, creato da Massimo Carlotto, di cui è allievo. Insieme allo stesso Carlotto e ai Sabot, ha pubblicato diversi titoli a partire da Perdas de Fogu, per poi continuare con L’albero di microchip, Un amore sporco (nel trittico Donne a perdere) e Padre nostro. Nel 2009 inizia la saga poliziesca di Biagio Mazzeo con il noir Una brutta storia, proseguita con La notte delle pantere e Per sempre.
Younis Tawfik (Mossul, 1957) è un giornalista e scrittore iracheno naturalizzato italiano. In Iraq ha ottenuto nel 1978 il Premio di Poesia Nazionale. Vive in esilio in Italia dal 1979. Nel 1986 ha conseguito la laurea in Lettere all'università di Torino. È noto al pubblico televisivo per alcune partecipazioni a programmi di approfondimento giornalistico, quali L'infedele di Gad Lerner, e altri. Con il suo romanzo d'esordio "La Straniera" ha vinto numerosi premi.
Ilaria Tuti. Appassionata di pittura, nel tempo libero ha fatto l’illustratrice per una piccola casa editrice. Nel 2014 ha pubblicato il thriller Fiori sopra l’inferno. Il secondo romanzo, Ninfa dormiente, è del 2019. Entrambi vedono come protagonisti il commissario Teresa Battaglia. Con Fiore di roccia, e attraverso la voce di Agata Primus, Ilaria Tuti celebra un vero e proprio atto d’amore per le sue montagne, dando vita a una storia profonda e autentica, illuminata dalla sensibilità di un’autrice matura e generosa.
Ultimi Articoli
Self Publishing. In passato è stato il sogno nascosto di ogni autore che, allo stesso tempo, lo considerava un ripiego. Se da un lato poteva essere finalmente la soluzione ai propri sogni artistici, dall'altro aveva il retrogusto di un accomodamento fatto in casa, un piacere derivante da una sorta di onanismo disperato, atto a certificare la proprie capacità senza la necessità di un partner, identificato nella figura di un Editore.
Ego Sum, ovvero l'Ego d'Autore nella sua eterna e complessa contraddizione. Ma quanto conta davvero la personalità dello scrittore nel successo dei suoi testi? E quanto pesa la sua immagine pubblica sul piatto della bilancia che lo porta a scalare il gradimento del pubblico? È davvero possibile scindere autore e testo, senza pregiudicarne irrimediabilmente il successo?
Lupus In Fabula, analisi del protagonista negativo nella scrittura antica e moderna, interpretando le favole di Esopo nel contesto della letteratura. "È questa figura che ha il compito di rendere una trama davvero interessante. Non è la tragedia in sé che tiene attanagliati i lettori davanti al nostro libro, ma l'attesa che si manifesti."
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Home
Magazine
Autori di Writer Officina

Salvino Muscarello

Mi chiamo Salvino Muscarello, sono nato a Milano ma da sempre vivo in Sicilia, tra Messina e la sua provincia. Nella vita sono un avvocato e, da qualche anno, anche docente di Diritto ed Economia nelle scuole superiori. La mia più grande passione è la lettura, ho iniziato divorando i grandi classici che oggi alterno piacevolmente con autori contemporanei. Leggo molti gialli e thriller ma non ho un genere preferito, se un libro è ben scritto e regala un emozione va sempre bene. Per il resto la mia è una vita molto semplice, tra il mio mare, gli amici, la buona cucina messinese e lo sport, che però ultimamente, anche a causa di questa maledetta epidemia, sto un po' trascurando, e la mia forma fisica ne risente. Un'altra grande passione è il calcio, sono un tifoso milanista ma amo in genere il bel gioco e i numeri 10 tecnici e fantasiosi

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorto di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Salvino Muscarello: Ho un ricordo preciso di una settimana passata a casa per una brutta influenza. Più o meno verso i diciotto anni. Avevo a casa una vecchia edizione di Delitto e Castigo e ne restai fulminato, anche perché a un certo punto il protagonista viene rappresentato come in preda a un malore fisico nel quale mi rispecchiavo. Da allora non ho più smesso.

Writer OfficinaWriter Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Salvino Muscarello: Sono stato sempre molto colpito dai libri che riescono a conciliare la bellezza della scrittura con trame e azioni interessanti. Quindi direi A ciascuno il suo di Leonardo e Sciascia e i libri di Javier Marias

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Salvino Muscarello: appena finito ho pensato di mandare il manoscritto a qualche editore ma non conoscendo nessuno in quell'ambiente ho iniziato a documentarmi. Ho letto molte cose sul self-publishing, sui suoi pro e contro, ed alla fine ho deciso di provare questa strada in concomitanza del lancio del Concorso Letterario Amazon Storyteller. Ho pensato potesse essere una strada per farsi notare ed alla fine sono stato scelto tra i 5 finalisti della edizione 2020. La proclamazione del vincitore avverrà l'11 novembre in diretta streaming.

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Salvino Muscarello: Sì. Perché sia fatto con giudizio e umiltà. Avere la possibilità di pubblicare senza l'intermediazione di un editore non deve esimere l'autore da una revisione autocritica del testo, anche avvalendosi di collaborazioni esterne, quali correttori di bozza, editor freelance, grafici per la redazione della copertina. Non dimentichiamo che con il self-publishing tutta la promozione del libro è sulle spalle dell'autore, e porta via molto tempo ed energie.

Writer Officina: A quale dei tuoi libri sei più affezionato? Puoi raccontarci di cosa tratta?

Salvino Muscarello: Finora ho scritto solo un romanzo, e quindi la mia risposta è semplice. La Corrente Invisibile è un legal thriller, ma è anche una storia familiare, è un passato che riemerge, il ritratto di deu donne che hanno amato troppo, ed un percorso di maturazione per il suo protagonista, l'avvocato davide Bruno.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Salvino Muscarello: Lo schema iniziale è fondamentale, perché ti guida soprattutto nei primi momenti della scrittura. Poi, la storia stessa e la scrittura a volte ti fanno deviare, i personaggi iniziano a vivere di vita propria. A quel punto lo schema diventa più piccolo, scena dopo scena. Il lavoro più importante è comunque la revisione del testo. Lì si deve essere bravi a capire cosa va e cosa no, ed avere l'umiltà di tagliare e reindirizzare la storia.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Salvino Muscarello: Non sto ancora scrivendo. Ho un taccuino nel quale raccolgo idee, fotogrammi, immagini e parole. Ma ancora non è arrivata la storia giusta, anche perché mi sento ancora immerso ne La corrente Invisibile. Il libro sta andando bene e ha bisogno di essere sostenuto ed essere risultato vincitore del Concorso Amazon Storyteller mi spinge a restare ancora per qualche mese dentro questa storia.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto