Writer Officina Magazine
Ultime Interviste
Piergiorgio Pulixi fa parte del collettivo di scrittura Mama Sabot, creato da Massimo Carlotto, di cui è allievo. Insieme allo stesso Carlotto e ai Sabot, ha pubblicato diversi titoli a partire da Perdas de Fogu, per poi continuare con L’albero di microchip, Un amore sporco (nel trittico Donne a perdere) e Padre nostro. Nel 2009 inizia la saga poliziesca di Biagio Mazzeo con il noir Una brutta storia, proseguita con La notte delle pantere e Per sempre.
Younis Tawfik (Mossul, 1957) è un giornalista e scrittore iracheno naturalizzato italiano. In Iraq ha ottenuto nel 1978 il Premio di Poesia Nazionale. Vive in esilio in Italia dal 1979. Nel 1986 ha conseguito la laurea in Lettere all'università di Torino. È noto al pubblico televisivo per alcune partecipazioni a programmi di approfondimento giornalistico, quali L'infedele di Gad Lerner, e altri. Con il suo romanzo d'esordio "La Straniera" ha vinto numerosi premi.
Ilaria Tuti. Appassionata di pittura, nel tempo libero ha fatto l’illustratrice per una piccola casa editrice. Nel 2014 ha pubblicato il thriller Fiori sopra l’inferno. Il secondo romanzo, Ninfa dormiente, è del 2019. Entrambi vedono come protagonisti il commissario Teresa Battaglia. Con Fiore di roccia, e attraverso la voce di Agata Primus, Ilaria Tuti celebra un vero e proprio atto d’amore per le sue montagne, dando vita a una storia profonda e autentica, illuminata dalla sensibilità di un’autrice matura e generosa.
Ultimi Articoli
Self Publishing. In passato è stato il sogno nascosto di ogni autore che, allo stesso tempo, lo considerava un ripiego. Se da un lato poteva essere finalmente la soluzione ai propri sogni artistici, dall'altro aveva il retrogusto di un accomodamento fatto in casa, un piacere derivante da una sorta di onanismo disperato, atto a certificare la proprie capacità senza la necessità di un partner, identificato nella figura di un Editore.
Ego Sum, ovvero l'Ego d'Autore nella sua eterna e complessa contraddizione. Ma quanto conta davvero la personalità dello scrittore nel successo dei suoi testi? E quanto pesa la sua immagine pubblica sul piatto della bilancia che lo porta a scalare il gradimento del pubblico? È davvero possibile scindere autore e testo, senza pregiudicarne irrimediabilmente il successo?
Lupus In Fabula, analisi del protagonista negativo nella scrittura antica e moderna, interpretando le favole di Esopo nel contesto della letteratura. "È questa figura che ha il compito di rendere una trama davvero interessante. Non è la tragedia in sé che tiene attanagliati i lettori davanti al nostro libro, ma l'attesa che si manifesti."
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Home
Magazine
Autori di Writer Officina

Ilaria Mossa

Mi chiamo Ilaria, ho 27 anni e vengo da Bari. Sono una ragazza semplice, determinata, umile ed empatica. Amo scrivere, leggere (soprattutto romance e thriller), vedere le serie tv, andare al cinema e giocare ai videogiochi. Sono una grande golosa, infatti a volte mi diletto a preparare alcuni dolci, da quelli più facili come la ciambella a quelli più complessi come la torta Sacher. Ho un diploma di tecnico dei servizi sociali ma di professione faccio la babysitter a una bimba di quasi sei anni, è davvero un tornado. Nel tempo libero scrivo, leggo e recensisco per un blog.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorta di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Ilaria Mossa : Non ricordo bene il momento, da piccola sono sempre stata affascinata dai libri, però ammetto di aver sviluppato questa passione da grande. Prima leggevo ma molto più sporadicamente e solo gli autori a me più cari. Ora cerco di leggere almeno un libro a settimana e sono sempre alla ricerca di nuovi autori.

Writer Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Ilaria Mossa: In realtà non è stato un libro a farmi appassionare alla scrittura ma è successo per caso dopo essermi iscritta all'applicazione Wattpad. Per chi non la conoscesse, è una piattaforma che ti permette di leggere e pubblicare libri. Credo che sia un ottimo trampolino di lancio per chi vuole sperimentare la sua scrittura e crearsi un primo pubblico di lettori.

Writer Officina: La tua passione per la scrittura come e quando nasce?

Ilaria Mossa: Ho scoperto la passione per la scrittura il 26 aprile 2016. Quel giorno, su consiglio di mia sorella, mi iscrissi su Wattpad e così provai a scrivere una storia. Capitolo dopo capitolo mi resi conto che avevo trovato la mia passione. Il 12 dicembre 2018 ho esordito su Amazon con il primo volume di Una nota nel cuore, romanzo incentrato su Rose e Robert. Il 30 settembre 2020 ho pubblicato il prequel di quest'ultimo, un libro autoconclusivo rivolto ad altri due personaggi, Marta e Joseph.
Sono davvero felice di aver scoperto questa mia vocazione, prima mi sentivo così smarrita. Adesso so cosa voglio fare davvero: la scrittrice.

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Ilaria Mossa: Allora, credo che pubblicare un libro al mondo d'oggi sia una bella sfida. La competizione è davvero alta e non è semplice emergere. Io ho iniziato su Amazon e non me ne pento, amo avere il controllo totale sul mio romanzo (dall'editing alla copertina), ma è abbastanza costoso e ti toglie anche molte energie. Quindi, a questa domanda ti rispondo sì, può essere una buona opportunità (soprattutto quando non si trova un editore disposto a pubblicarti), ma premetto che bisogna faticare tanto e non tutti gli autori sono disposti a farlo.

Writer Officina: A quale dei tuoi libri sei più affezionata? Puoi raccontarci di cosa tratta?

Ilaria Mossa: Al momento ho pubblicato due libri e per me è difficile scegliere, sono un pezzo di cuore entrambi. Però, se proprio devo scegliere, allora dico il mio ultimo romanzo, Una nota nel cuore-Prequel. Perché? È ambientato nell'America degli anni 90. È una storia d'amore adolescenziale, dolce e amara allo stesso tempo. Ricordo di aver pianto tanto durante la stesura. Il legame di Marta e Joseph è uno di quelli che ti salvano la vita ma che alla fine te la logorano. Non mancano però altri temi fondamentali, come la famiglia, la musica, l'amicizia, il bullismo e l'omosessualità.

Writer Officina: Cosa c'è di te nel tuo romanzo?

Ilaria Mossa: C'è molto di me, soprattutto nel primo volume di Una nota nel cuore, come il conflitto padre-figlia e alcune caratteristiche caratteriali dei personaggi. Quello che più mi rispecchia è Rose, una ragazza ansiosa, un po' insicura, amante dei dolci e dalla fobia degli ascensori.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Ilaria Mossa: Per me la progettazione è fondamentale. Prima di scrivere butto giù a grandi linee l'idea della storia, poi faccio una scaletta in modo da avere sott'occhio gli avvenimenti più importanti.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Ilaria Mossa : In questo periodo sto revisionando il secondo volume di Una nota nel cuore, dopodiché dovrò riprendere in mano un vecchio romanzo romance dalle tinte gialle iniziato qualche anno fa.

Writer Officina: Che consigli daresti, basati sulla tua esperienza, a chi come te voglia intraprendere la via della scrittura?

Ilaria Mossa : Il consiglio che darei è quello di non arrendersi mai. Le difficoltà ci saranno, non posso nasconderlo, ma bisogna proseguire imperterriti sulla propria strada. Ah, non dimenticatevi poi di leggere tanto.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto