4 Romanzi di [Bruno Cotronei] .: Writer Officina :.
 
Bruno Cotronei
La maledizione di Templemore Romanzo
Mia dolcissima Cynthia, la lontananza che ci separa mi atterrisce e ogni giorno che trascorre senza poterti vedere, sentire, toccare, baciare, rende più esile la sicurezza e la forza che il tuo amore e il tuo affetto mi hanno donato. Sapessi quanto ne ho bisogno! Qui a Templemore ogni giorno è una battaglia per le mire sempre più scoperte dei miei fratelli, cognate e sorelle sul controllo della società. Sono ormai trascorsi tre mesi dalla lettura...
Bruno Cotronei
Intorte spirali di erotismo Romanzo
La testa in terracotta colorata di una fanciulla che appoggia la gota a un pene fulgido di erezione e un'altra, di pari dimen­sioni, che passa dalla tenerezza alla voracità, falli in alabastro e avorio, dilaganti sederoni protesi alla penetrazione, iper­realistiche devozioni labiali e complicati congegni per l'amore solitario, l'accolgono nell'ossessivo ambiente dagli opprimenti drappi di velluto rosso che assorbono la scarsa illuminazione e nasc...
Bruno Cotronei
Il grande gioco Narrativa
Amore d'altri tempi. Una mattina, Giorgio e Umberto, dopo la lezione di Calcolo Infinitesimale, si precipitano lungo lo scalone dell'antico convento dei Gesuiti riattato per le facoltà scientifiche e sboccano nella pittoresca via Mezzocannone e ammirano su in alto il cielo di un intenso colore azzurro non turbato dalla presenza di nubi, nemmeno le bianche e coreografiche che vengono spesso aggiunte nelle cartoline per dare maggiore risalto all...
Bruno Cotronei
Hitler in gonnella Romanzo
Nell'immensa sala dell'hotel Berghaus davanti alla grande vetrata, unica separazione dall'immane abisso, i sette membri del Consiglio Federale sedevano intimiditi mentre, come foglie morte trasportate dal vento, numerose gracchie emettevano il loro rauco suono. Tutto contribuiva a farli sentire piccoli e sperduti. Come in un film dell'orrore, si sentivano proiettati in un mondo ritenuto ormai definitivamente tramontato. Labari e svastiche intrecc...
Home
Magazine
Biblioteca di Writer Officina

Dedicato a chi vuole sognare, dedicato a chi crede in se stesso e vuole incantare il mondo con le parole. Dedicato ai ribelli e ai sognatori, dedicato a chi non si arrende davanti a un rifiuto e vuole continuare a dipingere la vita con mille colori. Questo è il luogo di tutti, un acro di terra sconsacrata, dove ognuno può coltivare i propri sogni, affinché si realizzino e non abbiano padroni. Questo è il luogo dei folli che vogliono cambiare il mondo e ci riescono davvero, questa è l'ultima speranza di chi vuole nascere mille volte e non morire mai...

Abel Wakaam