Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Dacia Maraini nasce a Fiesole (Firenze). La madre Topazia appartiene a un’antica famiglia siciliana, gli Alliata di Salaparuta. Il padre, Fosco Maraini, per metà inglese e per metà fiorentino, è un grande etnologo ed è autore di numerosi libri sul Tibet e sull’Estremo Oriente. Nel 1943 si trova con la famiglia in Giappone e vive la drammatica esperienza di un campo di prigionia. Ad oggi, è considerata a pieno titolo "la signora della letteratura Italiana".Gli ultimi romanzi pubblicati con Rizzoli, sono Corpo Felice e Trio.
Erri De Luca. Nato a Napoli nel 1950, ha scritto narrativa, teatro, traduzioni, poesia. Il nome, Erri, è la versione italiana di Harry, il nome dello zio. Il suo primo romanzo, “Non ora, non qui”, è stato pubblicato in Italia nel 1989. I suoi libri sono stati tradotti in oltre 30 lingue. Autodidatta in inglese, francese, swahili, russo, yiddish e ebraico antico, ha tradotto con metodo letterale alcune parti dell’Antico Testamento. Vive nella campagna romana dove ha piantato e continua a piantare alberi. Il suo ultimo libro è "A grandezza naturale", edito da Feltrinelli.
"Il destino di ogni uomo è un segreto sepolto nel silenzio" A pronunciare queste parole è Glenn Cooper, uno scrittore che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo e che ha un legame particolare con la storia Italiana. Il suo ultimo libro si intitola Clean - Tabula Rasa e racconta di una epidemia mondiale molto simile a quella che abbiamo appena vissuto.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Manuale di pubblicazione Amazon KDP. Sempre più autori emergenti decidono di pubblicarse il proprio libro in Self su Amazon KDP, ma spesso vengono intimoriti dalle possibili complicazioni tecniche. Questo articolo offre una spiegazione semplice e dettagliata delle procedure da seguire e permette il download di alcun file di esempio, sia per il testo già formattato che per la copertina.
Fabula, trama e chiacchiere davanti al fuoco. Perché non proviamo a raccontare una storia come lo faremmo di notte, con degli sconosciuti, attorno a un fuoco? Perché non dimentichiamo le tecniche della fabula e dell'intreccio per trasformare la trama in una storia tatuata sulla pelle di chi legge o ascolta? È davvero così importante seguire uno schema e incanalarci nel modus operandi corrente?
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Home
Blog
Biblioteca New
Biblioteca All
Biblioteca Top
Autori
Recensioni
Inser. Romanzi
@ contatti
Policy Privacy
Writer Officina
Autore: Laura Intino
Titolo: Noi... I tuoi amici schemi mentali
Genere Psicologia
Lettori 1866 12 14
Noi... I tuoi amici schemi mentali
Freddie passeggiava solitario, ripensando al tempo in cui non provava nulla.
Semplicemente, prima lui faceva solo quello che doveva fare: spaventava Lara per tenerla lontana da situazioni rischiose. Ma era davvero così? Beh ... ad ogni modo ...
Non era più così da un po', da quando Robert un giorno lo aveva abbracciato, dicendo che dentro di loro c'era qualcosa di più che un mero programma cibernetico da seguire.
Robert era la loro scintilla oltre che il suo migliore amico.
Lui aveva acceso qualcosa in ognuno di loro, che li aveva portati a farsi delle domande.
Non sapevano mai come rispondere a quelle domande, ma il solo fatto di porsele, li aveva cambiati e li aveva lanciati in un viaggio ai confini dell'insperato mondo della consapevolezza, di cui prima non conoscevano nemmeno l'esistenza.
Chi avrebbe mai detto che anche dei dogmi creati ad hoc per proteggere barra distruggere la loro creatrice, avrebbero un giorno potuto iniziare a disegnare le strade di un carattere e di una personalità tipici di loro e di loro soltanto?
Robert era speciale. Sì, speciale! Chissà che non sarebbe riuscito in qualche modo a liberarli tutti?
Anche se lo schema dell'amore diceva sempre che ognuno doveva fare la propria parte per liberarsi, Freddie non ne era tanto convinto, perché tutto era partito da Robert e tutto sarebbe anche potuto culminare con Robert.
Certo ... questo sapeva molto di strada facile, quella in cui deleghi tutto il tuo potere e le tue responsabilità ad un altro, scrollandoti la fatica di dosso, ma in fondo ... non erano già sufficientemente sotto sforzo ogni santo minuto?
Loro erano costantemente costretti ad indossare un ruolo ... e non era proprio facile come vestirsi!
Lara, Lara ... ragazza ostinata!
Però ... Se solo lui avesse potuto sgattaiolare fuori, come un gatto sinuoso, se avesse potuto smettere i suoi panni ed essere un altro, cara Lara ... Cara Lara ... Quanto amore avrebbe potuto investire il tuo cuore!
Freddie avrebbe potuto finirla di bloccarti, di metterti paura e avrebbe potuto stringerti fra le sue braccia!
Avrei dovuto scegliere il nome Fear, così sarei stato più credibile!
Freddie pensò che tutto sommato amava intimidire Lara, perché così non sarebbe mai dovuta essere di nessun altro. Né di quel dannato Javier, né di questo sapientone di Angelo.
E nemmeno di quell'infame di suo padre! Né di quella donna delusa, sua madre.
Lara sarebbe stata sempre sua, anche se non poteva vederlo, anche se non poteva amarlo.
Lui la adorava! Non voleva che si facesse male col fuoco, quando voleva giocare con le candele da piccola. Le aveva impedito di partire per il Nepal, quando le era venuta quell'idea malsana.
Ma scherziamo? E se le fosse venuto il mal di montagna? Avrebbe rischiato di perderla! E poi anche tutti loro sarebbero morti con lei!
Non se ne parlava proprio!
Come una mammina eccessivamente protettiva, Freddie si era sempre preso cura di Lara. Non le aveva permesso di lanciarsi in azzardi o esperienze eccitanti.
Nemmeno Robert, che tanto conosceva l'Amore, che ammirava questo grande sentimento e voleva incarnarlo, aveva mai amato la loro piccola bambina così!
Soltanto Freddy ne era stato capace ... sempre, instancabilmente, anche quando era convinto di non provare nulla e arcinulla per alcun essere vivente o questione vitale.
Lui amava Lara e più camminava, più si convinceva che avrebbe tenuto d'occhio Robert.
Alla fin fine, la verità era che Freddie non voleva che le cose cambiassero al punto tale da fargli perdere il controllo su Lara.
Lara gli apparteneva, proprio come lui apparteneva a lei.
Freddie, la libertà che tanto piaceva a Robert e agli altri, non la voleva.
Laura Intino
Biblioteca
Acquista
Preferenze
Contatto