Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Salvatore Basile svolge attività di sceneggiatore dal 1992. Tra le sue sceneggiature ricordiamo: Ultimo, San Pietro, Cime tempestose, La cittadella, Sarò sempre tuo padre, L’uomo sbagliato, Fuga per la libertà, Giovanni Paolo II, Sotto copertura, Il sindaco pescatore, I fantasmi di Portopalo, Gli orologi del diavolo, La fuggitiva, Il Commissario Ricciardi. È ideatore di serie tv come: Il giudice Mastrangelo, Il Restauratore, Un passo dal cielo e Una pallottola nel cuore. Il suo ultimo romanzo "Cinquecento catenelle d’oro" è uscito con Garzanti ad aprile del 2022.
Patrizia Carrano è una giornalista, scrittrice, autrice radiofonica e sceneggiatrice televisiva italiana. Ha lavorato frequentemente anche ai microfoni di Radio2, e per Raiuno ha scritto alcune fiction di grande ascolto fra cui "Assunta Spina" e "Rebecca", ambedue con la regia di Riccardo Milani, e infine la serie "Butta la luna", con otto puntate dirette da Vittorio Sindoni. Dopo diversi libri che affrontano i temi della condizione femminile e quelli storici, si presenta al pubblico col suo ultimo romanzo, edito da Vallecchi Firenze: "La Bambina che mangiava i comunisti".
Daria Bignardi è una giornalista, conduttrice televisiva e scrittrice italiana. Nel 2009 esordisce con la sua biografia, intitolata "Non vi lascerò orfani". Segue il romanzo "Un karma pesante" pubblicato nel novembre 2010 e due anni dopo "L'acustica perfetta" che viene tradotto in undici Paesi. Nell'ottobre 2014 è la volta del romanzo "L'amore che ti meriti". Nel maggio 2015 esce il suo quinto libro: "Santa degli impossibili". Nel 2020 pubblica "Oggi faccio azzurro". Il suo ultimo lavoro è: "Libri che mi hanno rovinto la vita" per Einaudi.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Manuale di pubblicazione Amazon KDP. Sempre più autori emergenti decidono di pubblicarse il proprio libro in Self su Amazon KDP, ma spesso vengono intimoriti dalle possibili complicazioni tecniche. Questo articolo offre una spiegazione semplice e dettagliata delle procedure da seguire e permette il download di alcun file di esempio, sia per il testo già formattato che per la copertina.
Fabula, trama e chiacchiere davanti al fuoco. Perché non proviamo a raccontare una storia come lo faremmo di notte, con degli sconosciuti, attorno a un fuoco? Perché non dimentichiamo le tecniche della fabula e dell'intreccio per trasformare la trama in una storia tatuata sulla pelle di chi legge o ascolta? È davvero così importante seguire uno schema e incanalarci nel modus operandi corrente?
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Home
Blog
Biblioteca New
Biblioteca All
Biblioteca Top
Autori
Recensioni
Inser. Romanzi
@ contatti
Policy Privacy
Writer Officina
Autore: Fratello Barnaba
Titolo: Fede in Azione!
Genere Self-help
Lettori 548
Fede in Azione!
Trasforma i tuoi sogni in realtà e fai della tua vita un capolavoro.
La fede: cos'è, come si sviluppa.

Spesso sentiamo pronunciare la frase “beato te che hai fede!”, come se la fede fosse qualcosa che dipendesse dalla fortuna o da una cieca “roulette celestiale” che decide arbitrariamente a chi dare questo prezioso dono e a chi occultarlo.
C'è molta confusione attorno al concetto di fede, dovuta in parte alla non conoscenza del soggetto, in parte alla volontà di chi dovrebbe erudire i più a voler tenerlo occulto. Le persone in generale confondono la fede con un senso di fiducia misto a speranza, quasi a voler intendere “pensiamo così tanto non ci costa nulla inoltre potrebbe essere anche vero”.

Il mondo secolare ha cercato di dare varie definizioni della fede; le più diffuse sono ad esempio: “Il fatto di credere con assoluta convinzione nella verità e giustezza di un assunto: aver f. nella democrazia; generic., fiducia.
... Il complesso dei principi seguiti nella vita morale”. (Oxford Languages). Oppure il Dizionario Treccani così si esprime: “féde (poet. fé) s. f. [lat. fĭdes]. – 1. a. Credenza piena e fiduciosa che procede da intima convinzione o si fonda sull'autorità altrui più che su prove positive”.
Vengono poi fatte suddivisioni a seconda che si tratti di una fede morale, di una fede religiosa oppure politica, sportiva, etc.

Oltre alle varie definizioni che l'uomo ha cercato di dare alla fede, sia da parte di filosofi, che di letterati, pensatori, e uomini di cultura in generale, la migliore definizione che abbiamo di questa mirabile capacità la possiamo trovare nel Libro dei Libri, la Sacra Bibbia, la Parola Divina rivelata dal Signore all'uomo.
Nella lettera agli Ebrei, scritta da San Paolo, al capitolo undici, al primo versetto, egli ci da la definizione precisa e completa della fede. Leggiamo insieme.
“Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono” (Versione Nuova Riveduta).
Lo stesso versetto è reso in maniera ancora più chiara nella versione Parola del Signore: “La fede è un modo di possedere già le cose che si sperano, di conoscere già le cose che non si vedono”.
Le parole espresse nel primo versetto del capitolo undici sono inequivocabili: la fede è un modo di possedere già le cose che si sperano; in altre parole la fede non è “sperare” che qualcosa avvenga o che qualcosa arrivi, ma vivere con l'assoluta certezza che la cosa si avvererà ancor prima che realmente lo faccia. Vivere come se già la avessimo.

Wao! Che concetto potente!
Tutti i sinceri Figli di Dio dovrebbero sperimentarlo nel loro percorso spirituale quotidiano. Sfortunatamente i più mancano a questo grande dono che Iddio ci ha fatto, perchè si affidano troppo ai catechismi delle religioni che frequentano e poco al loro discernimento interiore.
Le chiese in generale hanno abituato così tanto i propri fedeli al “latte spirituale”, che essi sono spiritualmente deboli e mancano di comprendere e apprezzare appieno “l'altezza, la larghezza, la lunghezza e la profondità” della potenza della Rivelazione Divina.
E con questo spirito questo libro vuole aiutare tutti i sinceri ricercatori della Verità e Figli di Dio, a scoprire le meraviglie che la Bibbia insegna su questo elemento fondamentale che è appunto la fede.

La fede non è un dono

Credenza comune è che la fede sia un “dono”, quasi che Dio la conceda ad alcuni e ad altri no; “beato te che hai fede”. Quante volte abbiamo sentito questa frase rivolta a noi direttamente o ad altre persone!
Crescendo e vivendo con questa concezione nella mente, automaticamente ci precludiamo di godere di tutte le promesse che il Signore ha provveduto per noi; perdiamo la grazia di Cristo nella sua totale potenza; un vero peccato!

La Bibbia ci dice che “la fede viene da ciò che si ascolta, e ciò che si ascolta viene dalla parola di Cristo” (Romani 10:17).
Nel momento in cui ascoltiamo una predicazione o la Parola di Dio annunciata da un suo messaggero, l'ascolto deve indurci ad accettare che ciò che viene detto e ciò che è scritto nel Sacro Libro corrisponde a Verità.
Questo è un atto che solo noi dobbiamo e possiamo compiere, nessuno può e dovrebbe indurci o peggio obbligarci a farlo, anche perché in quel caso non sarebbe una fede vera e sincera, ma una fede indotta destinata a raffreddarsi e definitivamente ad estinguersi in breve tempo.

Gli unici responsabili del credere siamo solo noi, con la nostra facoltà proveniente dal libero arbitrio di scegliere se accettare il Signore nella nostra vita oppure rigettarlo preferendo seguitare a vivere secondo i modelli e i valori di questo mondo. Entrambe le scelte porteranno a delle conseguenze.
“Con il cuore infatti si crede per ottenere la giustizia e con la bocca si fa la professione di fede per avere la salvezza” (Romani 10:10).
Toccato dalle inestimabili parole di amore e di speranza che il Vangelo contiene, il nostro cuore vibra nelle frequenze celesti e si emoziona a tal punto che prendiamo la miglior decisione che mai potessimo prendere in tutta la vita, ossia quella di diventare dei discepoli del Maestro e prendere parte alle benedizioni che Egli promette a tutti coloro che con fede lo accolgono.
A te che leggi, se ancora non hai accettato Gesù Cristo come Signore e Salvatore della tua vita ti invito a farlo oggi stesso; credi, esercita fede e sperimenterai incredibili cose nella tua vita!

Una fede indipendente

La fede è una decisione personale e come tale deve provenire da una ferma e decisa volontà di esercitarla.
Una volta deciso di aver fede, essa comincerà a produrre i suoi frutti in noi e questo indipendentemente dalle opere che noi compiamo. Mi spiego meglio: la fede non dipende dalle opere, ossia dalle azioni che noi compiamo nella vita di tutti i giorni. Viceversa sono le opere che sono una naturale e diretta conseguenza della fede.
L'Apostolo Paolo afferma in Romani 3:28: “poiché riteniamo che l'uomo è giustificato mediante la fede senza le opere della legge”.
La Lettera di Giacomo completa questa riflessione: “A che serve, fratelli miei, se uno dice di aver fede ma non ha opere? Può la fede salvarlo? Se un fratello o una sorella non hanno vestiti e mancano del cibo quotidiano, e uno di voi dice loro: - Andate in pace, scaldatevi e saziatevi - , ma non date loro le cose necessarie al corpo, a che cosa serve? Così è della fede; se non ha opere, è per se stessa morta”. (Giacomo 2:14-17).
Il passo in questione pone in evidenza il fatto che le opere sono naturale conseguenza della fede e la completano rendendola pienamente valida. Dio non ama adoratori teorici, ma esige adoratori pratici.
Una persona realmente convertita, che realmente ha creduto nella Parola di Verità e ha deciso di riporvi fede (fiducia) decidendo di dare una svolta completa alla sua vita (convertirsi letteralmente dal greco vuol dire “cambiare strada”), mostrerà nella sua quotidianità i frutti della sua decisione.
Non penserà più come prima, non parlerà più come prima, non farà molte delle cose che faceva abitualmente; le persone del suo intorno, parenti, amici, conoscienti, quasi non la riconosceranno più tanto il cambiamento in lei avvenuto.
“Dunque vedete che l'uomo è giustificato per opere, e non per fede soltanto ... Infatti, come il corpo senza lo spirito è morto, così anche la fede senza le opere è morta”. (Versetti 24 e 26).
Lo ribadisco per sottolineare l'importanza di questo punto: una fede basata solo sull'intento potenziale, sulle parole senza il corrispettivo adempimento pratico non è valida, non è fede, ma semplice credenza. Un conto è credere un altro è avere (esercitare) fede. Le due cose sono ben diverse.
Andando avanti con la lettura nei prossimi capitoli vedrete quanto è importante comprendere questo concetto fondamentale; se non lo comprenderete non potrete accedere alle infinite benedizioni e al fantastico rapporto che Dio ha concesso ai Suoi Figli di avere con Lui. Continuerete a vivere come vivono i pagani, ovvero coloro che non conoscono Dio, e niente nella vostra vita migliorerà.

Il Signore ha predisposto il dono della fede per tutti perchè vuole che tutti abbiano una vita di successo e pienamente goduta. Dice la Bibbia in 1 Timoteo 6:17 che Dio “ci fornisce abbondantemente di ogni cosa perché ne godiamo”.
I veri Cristiani, Figli di Dio sono benedetti dal Padre loro, e sono sempre felici, sani, speranzosi, ottimisti, gioiosi e riescono in ogni loro progetto. “Beato l'uomo che non cammina secondo il consiglio degli empi ... ma il cui diletto è nella legge del SIGNORE ... Egli sarà come un albero piantato vicino a ruscelli, il quale dà il suo frutto nella sua stagione, e il cui fogliame non appassisce; e tutto quello che fa, prospererà” (Salmo 1). Iddio desidera che prendiamo la nostra vita in mano e che ne godiamo appieno, proprio come un padre umano desidererebbe per il proprio figlio o figlia.
Se anche tu vuoi migliorare la tua vita, se anche tu vuoi realizzare i tuoi sogni e i tuoi progetti e goderti una vita fantastica e sensazionale allora questo libro ti aiuterà. Sarà un manuale pratico che ti permetterà di ampliare le tue conoscenze, raffinarle e predisporle affinché l'universo intero sia pronto a darti quello che desideri.
“Giustificati dunque per la fede, noi siamo in pace con Dio per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo”. (Romani 5:1). Che parole cariche di positività! Vivere una vita in pace, nella vera pace quella che solo il Signore può darci.

Per accedere a tutto il potenziale della fede e realizzare i vostri sogni dovrete innanzitutto sbarazzarvi di tutte quelle cose che inficiano una corretta funzionalità dell'intero processo fideistico. Per alcuni sarà più semplice, per altri meno, dipende da quanto tempo e con quanta intensità certe cose sono radicate in voi, ma con impegno e perseveranza riuscirete a resettare la mente e riempirla nuovamente con informazioni e abitudini vincenti.
Procediamo dunque spediti verso il prossimo capitolo dove ci addentreremo più nel dettaglio sugli ostacoli ad una fede piena!
Fratello Barnaba
Biblioteca
Acquista
Preferenze
Contatto