Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Riccardo Bruni, da un piccolo sito web negli anni 90, su cui pubblicava i primi racconti, fino ad arrivare alla presentazione del suo romanzo "La notte delle Falene" al Premio Strega. Ha partecipato a vari progetti collettivi, tra cui YouCrime di Rizzoli, in collaborazione con il Corriere della Sera. Scrive sul quotidiano La Nazione, su Giallorama.it, di cui è uno dei fondatori, e collabora con varie realtà del web, tra cui Toscanalibri.it. In questa intervista racconta la sua storia a Writer Officina.
Oriana Fallaci, l'intervista impossibile a una scrittrice mai morta. Prima di approdare al romanzo e al libro, Oriana Fallaci si dedicò prevalentemente alla scrittura giornalistica, quella che di fatto le ha poi regalato la fama internazionale. Una fama ben meritata, perché a lei si devono memorabili reportages e interviste, indispensabili analisi di alcuni eventi di momenti di storia contemporanea. La raccolta delle sue grandi interviste con i potenti della Terra venne poi inglobata nel libro "Intervista con la storia".
Vito Catalano è nato a Palermo nel 1979. Da anni Lavora ai documenti d'archivio del nonno, Leonardo Sciascia. In una vita fra Italia e Polonia (dove per anni ha tenuto lezioni di scrittura italiana agli studenti di Linguistica Applicata dell'Università di Varsavia), ha pubblicato numerosi articoli sui quotidiani Il Messaggero, Il Riformista, La Sicilia e quattro romanzi: L'orma del lupo (Avagliano editore 2010), La sciabola spezzata (Rubbettino 2013), Il pugnale di Toledo (Avagliano editore 2016), La notte della colpa (Lisciani Libri 2019).
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Fabula, trama e chiacchiere davanti al fuoco. Perché non proviamo a raccontare una storia come lo faremmo di notte, con degli sconosciuti, attorno a un fuoco? Perché non dimentichiamo le tecniche della fabula e dell'intreccio per trasformare la trama in una storia tatuata sulla pelle di chi legge o ascolta? È davvero così importante seguire uno schema e incanalarci nel modus operandi corrente?
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Promozione Letteraria. Il termine angloamericano "slogan" deriva dall'antica voce gaelica "sluagh-ghairm", che aveva la funzione primaria di reclutare i combattenti alle armi. Nei tempi moderni, questo termine è legato a una più banale propaganda commerciale e inglobato nel Marketing per definire una frase facilmente memorizzabile. Ma come possiamo creare una promozione letteraria per far meglio conoscere i nostri libri?
Home
Blog
Autori
Biblioteca Top
Biblioteca All
Servizi
Inserim. Dati
Conc. Letterario
@ contatti
Policy Privacy
Autori di Writer Officina

Cristina Romani

Mi chiamo Cristina Romani, ma non è sempre stato così, ho 34 anni, vivo a Milano, sono laureata in architettura e 7 anni fa ho iniziato un percorso di cambio di genere, anche se dentro di me Cristina esiste dalla nascita e, proprio per raccontare la mia storia, ho scritto il mio primo libro.
Sin dalla sala parto, dentro di me, sono sempre stata un'altra persona e Davide, il corpo dentro cui sono nata, mi ha percepita e mi ha “custodita”. Davide mi ha accompagnata per 27 anni della mia vita, permettendomi di esistere e condividere con lui determinati sentimenti e emozioni, regalandomi attimi in cui io potessi emergere, per recuperare ossigeno. Il mio fratello maggiore, così mi piace definire il “me stesso maschile” ha provato inizialmente, forse spaventato, a uniformarsi socialmente dichiarando la propria omosessualità, ma uniformarsi non è esattamente sinonimo di esistere e, proprio per questo motivo, io ho continuato a gridare e lui a percepirmi.
Abbiamo vissuto così per 27 anni: nemici e amici, estranei e complici, odio e amore, anche se lui, in fondo, mi ha sempre protetta dall'interno, mi ha nascosta, mi ha nutrita, mi ha dato tutto quello che ha sempre potuto darmi in base all'età e alle circostanze, aspettando che diventassi abbastanza grande, o forse, semplicemente forte per “sbocciare” dal suo corpo.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorta di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Cristina Romani : Sin da quando ero piccola. Ricordo che ho sempre tenuto nascosto nel mio armadio un diario segreto in cui raccontavo tutte le vicende che mi accadevano durante la giornata e tendevo a romanzarle un po' associandoci tutte le emozioni e i sentimenti che mi legavano a ciò che stavo scrivendo. Alle superiori, poi, ho avuto sempre un riscontro molto positivo da parte di tutti i miei professori di italiano che più volte mi suggerivano di intraprendere la professione da scrittrice.

Writer OfficinaWriter Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Cristina Romani : Mangia prega ama di Elizabeth Gilbert.

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Cristina Romani : Sarò sincera, appena terminato il libro avevo molta paura di proporlo a chiunque, quindi l'ho tenuto “chiuso nel cassetto” per otto mesi, poi su suggerimento di un'amica l'ho inviato a dieci case editrici nella speranza che, almeno una mi prendesse in considerazione, anche per il tema particolare trattato. Con mio grande stupore tutte e dieci le case editrici nel giro di un paio di mesi mi hanno proposto di pubblicare con loro e devo dire che forse era ciò che mi serviva per avere un po' di fiducia in me stessa.

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Cristina Romani : Penso proprio di si per chi desidera fare tutto da solo.

Writer Officina: A quale dei tuoi libri sei più affezionata? Puoi raccontarci di cosa tratta?

Cristina Romani : Mangia prega ama di Elizabeth Gilbert, una donna che arrivata a trent'anni si accorge che tutto quello per cui ha lavorato una vita, in realtà, non le appartiene affatto e decide quindi di partire alla ricerca di se stessa.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Cristina Romani : Attendo con impazienza l'ispirazione giusta in quanto, scrivendo di me stessa e di ciò che ho vissuto, scrivo di getto e mi lascio coinvolgere totalmente dai ricordi come se usassi all'improvviso il teletrasporto per tornare indietro di anni.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Cristina Romani : Si, sto scrivendo il seguito del primo.

Writer Officina: Quali sono le difficoltà che hai incontrato?

Cristina Romani : E' come se avessi fatto per un anno e mezzo una seduta di psicanalisi nel mio salotto, ho scavato talmente tanto dentro a me stessa che mi ritrovavo da sola a piangere, a ridere, a commuovermi e a sognare.

Writer Officina: Cosa hai voluto dire con la tua storia?

Cristina Romani : Che ai sogni e a noi stessi non dobbiamo mai rinunciare per nessun motivo e nessuna persona al mondo.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto
 
273 visualizzazioni