Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Lisa Ginzburg, figlia di Carlo Ginzburg e Anna Rossi-Doria, si è laureata in Filosofia presso la Sapienza di Roma e perfezionata alla Normale di Pisa. Nipote d'arte, tra i suoi lavori come traduttrice emerge L'imperatore Giuliano e l'arte della scrittura di Alexandre Kojève, e Pene d'amor perdute di William Shakespeare. Ha collaborato a giornali e riviste quali "Il Messaggero" e "Domus". Ha curato, con Cesare Garboli È difficile parlare di sé, conversazione a più voci condotta da Marino Sinibaldi. Il suo ultimo libro è Cara pace ed è tra i 12 finalisti del Premio Strega 2021.
Divier Nelli è uno scrittore, editor, insegnante di narrazione e consulente editoriale. È nato a Viareggio nel 1974 e vive nel Chianti. Scoperto da Raffaele Crovi alla fine degli anni Novanta, ha esordito nel 2002 col romanzo La contessa, cui sono seguiti Falso Binario, Amore dispari, Coma, Il giorno degli orchi e la riscrittura del classico ottocentesco Il mio cadavere di Francesco Mastriani. Il suo ultimo libro tratta il tema scottante del bullismo infantile, affidato al racconto della giovane protagonista della storia. Il titolo è Posso cambiarti la vita, edito da Vallecchi-Firenze.
Gabriella Genisi è nata nel 1965. Dal 2010 al 2020, racconta le avventure di Lolita Lobosco. La protagonista è un’affascinante commissario donna. Nel 2020, il personaggio da lei creato, ovvero Lolita Lobosco, prende vita e si trasferisce dalla carta al piccolo schermo. In quell’anno iniziano infatti le riprese per la realizzazione di una serie tv che si ispira proprio al suo racconto, prodotta da Luca Zingaretti, che per anni ha vestito a sua volta proprio i panni del Commissario Montalbano. Ad interpretare Lolita, sarà invece l’attrice e moglie proprio di Zingaretti, Luisa Ranieri.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Dialoghi e Menzogne. Il passaggio dal cinema muto al sonoro ha cambiato la percezione di una scena. Se vi soffermate su questo antico concetto, vi ritroverete a paragonare un libro alla stessa forma determinante di comunicazione, ma vi renderete conto che non ha alcun senso imbavagliare i nostri personaggi. E ora vi domando: cosa sarebbe "Il Piccolo Principe" senza i dialoghi con la volpe?
"I have a dream", ripeteva Martin Luther King Jr. il 28 agosto 1963 davanti al Lincoln Memorial di Washington. "Io ho un sogno" è parte integrante della speranza di ognuno di noi, perché senza sogni resteremmo schiavi delle convenzioni. E non importa quanto sia piccolo o grande un sogno, la questione basilare è non arrendersi mai.
Self Publishing. In passato è stato il sogno nascosto di ogni autore che, allo stesso tempo, lo considerava un ripiego. Se da un lato poteva essere finalmente la soluzione ai propri sogni artistici, dall'altro aveva il retrogusto di un accomodamento fatto in casa, un piacere derivante da una sorta di onanismo disperato, atto a certificare la proprie capacità senza la necessità di un partner, identificato nella figura di un Editore.
Home
Blog
Autori
Biblioteca Top
Biblioteca All
Servizi
Inserim. Dati
Writer School
@ contatti
Policy Privacy
Autori di Writer Officina

Andrea Esposito

Ciao a tutti gli amici di writer officina. Sono Andrea Esposito Nato a Napoli nell'83, una persona normale amante dei viaggi e della filosofia, un poco irrequieto, mi sono sempre dedicato a diverse passioni forse anche perché non avevo ancora scoperto la mia vera vocazione. Laureato in biotecnologie mediche alla facoltà di Napoli.
Sin da piccolo mi è sempre piaciuta l'idea di non volermi sentire una persona comune e in qualche modo uscire dagli schemi prefissati della società nella quale viviamo cercando di trovare sempre una via alternativa per la ricerca della felicità. Vivo ad Ibiza a marzo compio 10 anni qui, credo che su quest'isola ogni persona può crearsi il suo mondo fuori dalla monotonia delle metropoli, soprattutto mi piace l'idea che ogni giorno può succedere qualcosa di diverso inaspettato che in fondo è il miglior sale della vita, l'imprevedibilità. Da quando ho pubblicato il libro però, ho aperto un mondo ancora più bello e appassionante, che ogni giorno mi porta ad essere sempre più entusiasta nei confronti della vita. La cosa in assoluto migliore di tutto questo e che con il mio libro, smuovere anche solo una coscienza e mettere una domanda nuova nella testa di una sola persona, per me già sarebbe stato un ottimo traguardo e mi fa tantissimo piacere che ogni giorni c'è qualche persona in più a cui piace ciò che ho scritto e soprattutto riesce a ritrovare molte cose utili da mettere in atto nella vita di tutti i giorni per la ricerca di una vita serena e riuscire ad essere la miglior versione di noi stessi.

Writer Officina: Qual è stato il momento in cui ti sei accorto di aver sviluppato la passione per la letteratura?

Andrea Esposito: Sinceramente non ricordo il periodo in cui ho iniziato a scrivere, però sicuramente la passione di poter trasmettere ciò che ho vissuto e gli incredibili eventi che mi hanno portato a ciò è nata in me circa 15 anni fa. Anche se fin da piccolo ho sempre voluto in qualche modo lasciare un segno su questa terra, qualcosa di profondo e sensibile che riesca a far porre qualche domanda in più a chi mi legga e soprattutto poter lasciare un segno più duraturo di una sola vita.

Writer Officina: C'è un libro che, dopo averlo letto, ti ha lasciato addosso la voglia di seguire questa strada?

Andrea Esposito : Mi e capitato con la maggior parte dei libri che ho letto prima di decidere di volerne scriverne io uno. Ciò è accaduto principalmente perché ogni testo nuovo che leggevo era in qualche modo collegato al precedente, ogni volta che terminavo un testo e ci riflettevo su, ho notato che spesso le teorie appena lette, già le avevo formulate autonomamente e spesse volte sono andato avanti a verificare che ciò che avevo letto avesse un senso e fosse reale. Principalmente libri di filosofia e sul potere della nostra mente.

Writer Officina: Dopo aver scritto il tuo primo libro, lo hai proposto a un Editore? E con quali risultati?

Andrea Esposito : L'ho proposto a varie case editoriali senza ancora aver ricevuto nessuna risposta. Questo comunque è stato un di più, perché sin dall'inizio della stesura del testo ho iniziato a vedere cosa fosse necessario per potermi auto pubblicare su Amazon, decisione intrapresa anche per la celerità del processo e soprattutto per le royalty molto più alte delle case editrici.

Writer Officina: Ritieni che pubblicare su Amazon KDP possa essere una buona opportunità per uno scrittore emergente?

Andrea Esposito : Si come detto nella risposta precedente credo che oggi giorno sia una delle opzioni migliori da scegliere. Il pro è che il processo, (avendo un poco di esperienza con un pc) è abbastanza semplice, basta seguire le linee guida. Dall'altro lato bisogna dedicarsi molto alla pubblicità e a sponsorizzare il proprio scritto su quanti più gruppi e spendere qualche soldo per gli advertising.

Writer Officina: Cosa hai voluto dire con la tua storia?

Andrea Esposito : Con la mie storie visto che sono più di una, quello che voglio dire e dimostrare è molto più semplice di quello che può sembrare. Fondamentalmente il mio passato e una serie di avvenimenti incredibili mi hanno portato ad indagare sperimentare e pensare, fino ad arrivare a una mia teoria per la raggiungere l'idea di felicità che si addica di più ad ognuno di noi. Il tutto consiste in avere buone intenzioni, lasciarle andare. Cercare attraverso il risveglio personale della coscienza, essere consapevoli degli attimi che viviamo, cosi da iniziare a comprendere realmente il nostro senso della vita, eliminando il cattivo e cercando giorno dopo giorno di creare uno switch emotivo tale da procurarci attimo dopo attimo buone emozioni, creando in questo modo la miglior versione di noi stessi e soprattutto la vita che meritiamo di vivere inseguendo solo i desideri veramente importanti.

Writer Officina: Quale tecnica usi per scrivere? Prepari uno schema iniziale, prendi appunti, oppure scrivi d'istinto?

Andrea Esposito : Inizialmente scrivevo di getto per parecchi ore svuotandomi nel vero senso della parola, e dovevano passare dei giorni prima che tornassi a scrivere. Poi ho conosciuto un'altro scrittore, per casualità, in un bar che mi consiglio di scrivere, ma per poco tempo o fissare solo degli appunti e svilupparli anche in giorni diversi. Così facendo sono riuscito a completare il mio libro. Chiaramente prima di pubblicare ho dovuto fare una revisione generale, utilizzare uno schema e trovare quello che meglio potesse rispecchiare la mia idea di voler raccontare quello avevo da dire.

Writer Officina: In questo periodo stai scrivendo un nuovo libro? È dello stesso genere di quello che hai già pubblicato, oppure un'idea completamente diversa?

Andrea Esposito : Ancora non l'ho iniziato, ma ho già l'idea e il tema che vorrò sviluppare. Questo avrà un'idea abbastanza diversa dal mio primo libro ma allo stesso tempo sarà collegato al genere filosofico e psicologico, impostato però, non sulle mie personali esperienze, ma dal mio modo di osservare le personalità degli altri e il modo in cui questi la utilizzano ai cospetti del mondo.

Tutti i miei Libri
Profilo Facebook
Contatto
 
49 visualizzazioni