4 Romanzi di [Fantasy Horror] .: Writer Officina :.
 
Sabina Camani
L'uomo nero e i fiorellini profumati Fantasy Horror
Trentasei anni or sono, in una classe quinta elementare, conobbi un ragazzino di nome Giovanni. Era allegro e curioso, studiava volentieri e otteneva sempre ottimi risultati. Proprio per questo mi stupii e poi mi preoccupai quando cominciò a trovare delle scuse per non essere interrogato o quando invece di partecipare alla lezione, si distraeva e sbadigliava. Gli chiesi più volte cosa stesse accadendo e, dopo qualche ritrosia, mi spiegò che negli...
Manuel Barberini
Protagonisti della Mezzanotte Fantasy Horror
Vampiri, Stregoni, Divinità e altre creature che non vedrete mai Maximilian aprì gli occhi, come ogni notte, non appena la luce del sole divenne un flebile ricordo violaceo all'orizzonte. Era particolarmente di cattivo umore; lo era sempre, ma quella sera si svegliò decisamente con il piede sbagliato, come presagendo che qualcosa non andava. Scostò lentamente il lenzuolo che lo copriva, sospirando seccato, rivelando il suo corpo, bloccato come i...
Simona Soldi
L'Incontro Fantasy Horror
Jessie Carter spense la tv, quella sera d'inverno. Non valeva la pena di combattere contro le palpebre che sembravano di piombo e il cervello annebbiato dall'età e dal sonno. Così, si aggrappò ai braccioli della poltrona e poco alla volta, nonostante le braccia che tremavano per lo sforzo e le ginocchia instabili, si issò in piedi e si avviò verso la camera da letto. Cercò di scivolare a più riprese sotto le coperte, e pensò che gli inverni si ...
Eisabetta Mattioli
La Messaggera notturna Fantasy Horror
Sheilan s'addormentò nuda sopra la coperta colorata e sognò come la maggior parte delle persone normali, o almeno, così parve all'inizio. In quel mondo onirico indossava una lunga veste bianca, simile alla tunica indossata dalle Sacerdotesse greche durante i riti sacri, ai piedi non aveva alcun calzare e camminava a passo lento, in un prato ricoperto dalle margherite gialle. Quegli stessi fiori abbellivano il suo capo, mentre i capelli ricadevano...
Home
Blog
Biblioteca di Writer Officina

Dedicato a chi vuole sognare, dedicato a chi crede in se stesso e vuole incantare il mondo con le parole. Dedicato ai ribelli e ai sognatori, dedicato a chi non si arrende davanti a un rifiuto e vuole continuare a dipingere la vita con mille colori. Questo è il luogo di tutti, un acro di terra sconsacrata, dove ognuno può coltivare i propri sogni, affinché si realizzino e non abbiano padroni. Questo è il luogo dei folli che vogliono cambiare il mondo e ci riescono davvero, questa è l'ultima speranza di chi vuole nascere mille volte e non morire mai...

Abel Wakaam