84 Romanzi di [Giallo] .: Writer Officina :.
 
Tiziana Mazza
Sulle Tracce di Lucifero Giallo Rosa
Se non smette di piovere, rischio di fare la fine di un biscotto inzuppato nel caffellatte all'ora di colazione. E pensare che quando mi hanno offerto un lavoro a Como non stavo più nella pelle all'idea di trasferirmi in un paese caldo, così almeno pensavo, arrivando dalla grigia Inghilterra. Da quando sono qui non sono ancora uscita senza l'ombrello, proprio come facevo a Londra, e i miei bei vestitini estivi se ne stanno lì, appesi nell'armadi...
Luana Troncanetti
I silenzi di Roma Giallo Noir
Fuochi d'artificio Il dolore ti infila in una pelle diversa, ti riveste di volti sconosciuti, scolpisce lineamenti estranei finché non ti smarrisci in un'immagine oscura. Diventi così un'ombra, qualcosa di mostruoso che ti fissa al di là dello specchio. Segui le pieghe della tua nuova faccia con le dita appena tremanti, senza porti domande. A questo ti porta il dolore. Devi provarne molto, ora. Tutto il dolore possibile, quello che sega in...
Elide Ceragioli
La morte non ha i trampoli Giallo Poliziesco
Il maresciallo Amato posò i piedi nudi per terra e rabbrividì al contatto con l'impiantito gelato. La sveglia trillava con insistenza, ma le passò accanto senza toccarla. Si lavò e si vestì, poi si fermò a guardare il suo profilo nel grande specchio vecchio stile. La camicia era tesa sulla pancia e pareva che i bottoni stessero per saltare. Agata sicuramente lo avrebbe rimproverato: “Sei un maresciallo! Datti un tono!” Gli parve di sentire la su...
Anna Vascella
Un graffio nell'anima Giallo Storico
Venezia, 1718. Due colpi battuti alla porta della casa del guardiano del faro Pietro Foscari, fecero sobbalzare dal letto i due amanti. "So che siete qui. E' inutile far finta di niente" urlò Crisalide, battendo ancora più forte, avvolta nel suo mantello di lana color scarlatto, che la copriva bene. "Ssst. Stiamo zitti. Andrà via prima o poi" disse Teodoro sdraiato nel letto di Isadora, guardandola. L'incessante bussare alla porta di Crisal...
Franco Filiberto
Di nuvole, brugole e altri misteri Giallo
La scena aveva un che di teatrale: la protagonista, la prima ballerina, era lì, con le gambe leggermente flesse e il corpo piegato in un inchino rivolto a un immaginario pubblico plaudente. I capelli sciolti avevano assecondato il movimento del busto e pendevano come un sipario davanti al capo reclinato. Nel silenzio pesante, bianchi fantasmi s'incrociavano in un viavai convulso scambiando poche parole a bassa voce. Alla luce fredda di quel matti...
Home
Blog
Biblioteca di Writer Officina

Dedicato a chi vuole sognare, dedicato a chi crede in se stesso e vuole incantare il mondo con le parole. Dedicato ai ribelli e ai sognatori, dedicato a chi non si arrende davanti a un rifiuto e vuole continuare a dipingere la vita con mille colori. Questo è il luogo di tutti, un acro di terra sconsacrata, dove ognuno può coltivare i propri sogni, affinché si realizzino e non abbiano padroni. Questo è il luogo dei folli che vogliono cambiare il mondo e ci riescono davvero, questa è l'ultima speranza di chi vuole nascere mille volte e non morire mai...

Abel Wakaam