Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Dacia Maraini nasce a Fiesole (Firenze). La madre Topazia appartiene a un’antica famiglia siciliana, gli Alliata di Salaparuta. Il padre, Fosco Maraini, per metà inglese e per metà fiorentino, è un grande etnologo ed è autore di numerosi libri sul Tibet e sull’Estremo Oriente. Nel 1943 si trova con la famiglia in Giappone e vive la drammatica esperienza di un campo di prigionia. Ad oggi, è considerata a pieno titolo "la signora della letteratura Italiana".Gli ultimi romanzi pubblicati con Rizzoli, sono Corpo Felice e Trio.
Erri De Luca. Nato a Napoli nel 1950, ha scritto narrativa, teatro, traduzioni, poesia. Il nome, Erri, è la versione italiana di Harry, il nome dello zio. Il suo primo romanzo, “Non ora, non qui”, è stato pubblicato in Italia nel 1989. I suoi libri sono stati tradotti in oltre 30 lingue. Autodidatta in inglese, francese, swahili, russo, yiddish e ebraico antico, ha tradotto con metodo letterale alcune parti dell’Antico Testamento. Vive nella campagna romana dove ha piantato e continua a piantare alberi. Il suo ultimo libro è "A grandezza naturale", edito da Feltrinelli.
"Il destino di ogni uomo è un segreto sepolto nel silenzio" A pronunciare queste parole è Glenn Cooper, uno scrittore che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo e che ha un legame particolare con la storia Italiana. Il suo ultimo libro si intitola Clean - Tabula Rasa e racconta di una epidemia mondiale molto simile a quella che abbiamo appena vissuto.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Manuale di pubblicazione Amazon KDP. Sempre più autori emergenti decidono di pubblicarse il proprio libro in Self su Amazon KDP, ma spesso vengono intimoriti dalle possibili complicazioni tecniche. Questo articolo offre una spiegazione semplice e dettagliata delle procedure da seguire e permette il download di alcun file di esempio, sia per il testo già formattato che per la copertina.
Fabula, trama e chiacchiere davanti al fuoco. Perché non proviamo a raccontare una storia come lo faremmo di notte, con degli sconosciuti, attorno a un fuoco? Perché non dimentichiamo le tecniche della fabula e dell'intreccio per trasformare la trama in una storia tatuata sulla pelle di chi legge o ascolta? È davvero così importante seguire uno schema e incanalarci nel modus operandi corrente?
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Home
Blog
Biblioteca New
Biblioteca All
Biblioteca Top
Autori
Recensioni
Inser. Romanzi
@ contatti
Policy Privacy
Writer Officina
Autore: Barbara Repetto
Titolo: Il Potere della mente
Genere Distopico
Lettori 1634 8 11
Il Potere della mente
L'Occultatrice

- Sicura di volerlo fare? - Gemini guardò la compagna con un'insolita apprensione nello sguardo.
Era il generale della militanza di Elysium, e aveva sempre il perfetto controllo della situazione. Ma non quella volta.
Cassiopea gli rivolse un sorriso temerario. - Leggi i miei pensieri, generale. Ti dimostreranno che non ho paura. -
Ma lui lo sapeva già, e senza bisogno di indagare nella sua mente.
- Se potessi lo farei io - disse, con una punta di rimorso.
Anche quello non era da lui. Il suo dovere era impartire ordini ed eseguire i propri senza discutere. I sensi di colpa, nell'esercito, erano sciocchi, oltre che inutili.
Si passò una mano tra i capelli, scompigliando i ricci dorati. La tensione gli attanagliava lo stomaco e lo rendeva nervoso. Non gli capitava mai, nemmeno nelle missioni più pericolose.
Cassiopea spalancò i caldi occhi marroni e lo fissò con intensità. - È giusto così. Sei troppo importante per la Resistenza, senza di te non avremmo alcuna speranza di vincere la guerra. -
Gemini la riverì con un piccolo cenno del capo. - Quando tornerai, verrai accolta con tutti gli onori che meriti. -
- Se tornerò - puntualizzò la ragazza, con voce inespressiva.
- Quando - insistette il generale.
Cassiopea gli prese le mani e le strinse con fermezza. - Non conta quello che succederà a me. Se il prezzo della vittoria sarà il mio sacrificio, sono disposta a pagarlo. -
- Tu non morirai - ribatté il generale, ricambiando la stretta. - Io non lo permetterò. - Raddrizzò le spalle e si impose di ritrovare l'autocontrollo. - È il momento. Stenditi e chiudi gli occhi. Qualunque cosa accadrà, io sarò qui con te. -
- E questo è tutto ciò che mi serve - rispose lei, fiduciosa.
Gemini attese che si sdraiasse a terra, poi si inginocchiò al suo fianco e le posò le mani sulla fronte.
Cassiopea fu percorsa da un tremito. Onde d'energia viola e blu piovvero dal cielo e le attraversarono il corpo, insinuandosi fin sotto la pelle. La schiena si inarcò e le dita artigliarono il terreno lasciando solchi profondi.
- Ti amo - riuscì a sussurrare un attimo prima di perdere i sensi e sprofondare nell'oblio.
Barbara Repetto
Biblioteca
Acquista
Preferenze
Contatto