Writer Officina Blog
Ultime Interviste
Lorenzo Marone. Autore di successo, ha pubblicato La tentazione di essere felici che ha ispirato un film, La tenerezza, con regia di Gianni Amelio, La tristezza ha il sonno leggero (Longanesi, 2016), Magari domani resto (Feltrinelli, 2017) Premio Selezione Bancarella 2017, Un ragazzo normale (Feltrinelli 2018), Premio Giancarlo Siani, la raccolta Cara Napoli (Feltrinelli, 2018), Tutto sarà perfetto (Feltrinelli 2019), il saggio per Einaudi Inventario di un cuore in allarme (2020), e La donna degli alberi (Feltrinelli 2020).
Romana Petri vive tra Roma e Lisbona. Editrice, traduttrice e critica letteraria, collabora con «ttl La Stampa», il «Venerdì di Repubblica», «Corriere della Sera» e «Il Messaggero». Considerata dalla critica come una delle migliori autrici italiane contemporanee, ha scritto tra romanzi e raccolte di racconti ben 23 libri. Ha ottenuto prestigiosi premi e riconoscimenti, tra i quali il Premio Mondello, il Rapallo-Carige e il Grinzane Cavour. È stata inoltre finalista due volte al Premio Strega. Tra i suoi libri più conosciuti Figlio del lupo e l'ultimo uscito: La Rappresentazione.
Ariase Barretta. È nato in un quartiere popolare di Napoli. Si è laureato all’Istituto Orientale, per poi proseguire gli studi presso le università di Modena, Barcellona e Madrid. Alla passione per la scrittura ha sempre affiancato quella per la musica, dedicandosi allo studio della teoria musicale, del pianoforte e della composizione corale presso i conservatori di Salerno e Benevento. Ha lavorato come redattore e traduttore per numerosi network televisivi italiani e internazionali e per varie case editrici. Il suo ultimo romanzo è Cantico dell'Abisso.
Altre interviste su Writer Officina Magazine
Ultimi Articoli
Scrittori si nasce. Siamo operai della parola, oratori, arringatori di folle, tribuni dalla parlantina sciolta, con impresso nel DNA il dono della chiacchiera e la capacità di assumere le vesti di ignoti raccontastorie, sbucati misteriosamente dalla foresta. Siamo figli della dialettica, fratelli dell'ignoto, noi siamo gli agricoltori delle favole antiche e seminiamo di sogni l'altopiano della fantasia.
Promozione Letteraria. Il termine angloamericano "slogan" deriva dall'antica voce gaelica "sluagh-ghairm", che aveva la funzione primaria di reclutare i combattenti alle armi. Nei tempi moderni, questo termine è legato a una più banale propaganda commerciale e inglobato nel Marketing per definire una frase facilmente memorizzabile. Ma come possiamo creare una promozione letteraria per far meglio conoscere i nostri libri?
Dialoghi e Menzogne. Il passaggio dal cinema muto al sonoro ha cambiato la percezione di una scena. Se vi soffermate su questo antico concetto, vi ritroverete a paragonare un libro alla stessa forma determinante di comunicazione, ma vi renderete conto che non ha alcun senso imbavagliare i nostri personaggi. E ora vi domando: cosa sarebbe "Il Piccolo Principe" senza i dialoghi con la volpe?
Home
Blog
Autori
Biblioteca Top
Biblioteca All
Servizi
Inserim. Dati
Conc. Letterario
@ contatti
Policy Privacy
Writer Officina
Autore: Valeria Cassini
Titolo: Charlie non esiste
Genere Narrativa
Lettori 274
Charlie non esiste
- Ne abbiamo già discusso. Non ho voglia di affrontare l'argomento, non ancora - .
- Perché, non è forse per questo che ti fai del male? - .
- E anche se fosse? - .
- Ho già perso un amico, Anton, quindi riflettici bene - .
- Tu non capisci. Non sai proprio niente - .
- Se non altro, approfitta del fatto che i tuoi genitori vogliono una ragazza -
- Il problema è che non lo sono, Charlie. Fin quando ero un bambino con i capelli lunghi andava tutto bene, nessuno si accorgeva della differenza. Adesso che ho quindici anni tutto è diverso. Non ho il seno, non ho il volto e i capelli che vorrei. Ho
un pene, i peli sotto le ascelle e nelle parti intime, e credimi, preferirei morire piuttosto che passare il resto della mia vita con la certezza che nulla potrà mai cambiare - .
Si avvicinò tanto da sfiorarmi il viso, prendendo in mano una ciocca dei miei capelli scuri.
- È questo che vorrei. I tuoi capelli, il tuo volto, la tua bellezza. Vorrei avere un bel seno, dei bei fianchi... vorrei essere la donna che un giorno diventerai, Charlie - .
Concluso il suo discorso, si girò, dandomi le spalle.
- Come vuoi che ti chiami, allora? - domandai.
- Anton. È ciò che sono e sempre sarò. Siamo noi due, Anton e Charlie. Anche tu hai un nome da maschio, pur essendo una donna. Siamo entrambe due splendide donne, e non c'è altro da aggiungere - .
Valeria Cassini
Biblioteca
Acquista
Preferenze
Contatto