4 Romanzi di [Antonella Sacco] .: Writer Officina :.
 
Antonella Sacco
La grande menzogna Narrattiva
Una parola. Una sola. Verità. La grande menzogna. ('Un uomo', Romano Tancredi) Non così. Non era affatto così che aveva immaginato il suo futuro. Hank sospirò e posò con violenza il bicchiere appena asciugato sulla mensola, scaricando nel gesto la frustrazione di essere solo un cameriere tuttofare in quel vecchio bar in cui non aveva nessuna intenzione di restare ad ammuffire. Il problema era che la fortuna sembrava averlo cancellato ...
Antonella Sacco
Chiedi scusa Letteratura per Ragazzi
La Libroteca. La libreria di Olga non era molto grande, ma era in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza. Olga aveva acquistato la licenza dal precedente proprietario da una decina di anni e aveva trasformato completamente il locale. Per prima cosa aveva cambiato l'insegna in LIBROTECA; poi aveva acquistato da un rigattiere alcune vecchie librerie, le aveva restaurate e le aveva disposte nella stanza più interna (la Seconda Stanza), che ave...
Antonella Sacco
La scommessa Romanzo Rosa
Uno (Prologo) Asia spalancò la porta e irruppe nell'ufficio del fratello, esclamando: - Dobbiamo trovare una soluzione. - Sedette davanti alla scrivania, dall'altro lato della quale stava Adriano. I due erano gemelli ma, pur avendo gli stessi occhi verdi e i capelli castani, non si somigliavano e solo lo sguardo attento di una persona sensibile avrebbe potuto cogliere qualche tratto o espressione comune a entrambi. - Ci stiamo provando. ...
Antonella Sacco
Agnes Narrativa
La lampada e il libro Prendere la metropolitana è stata una pessima idea; la folla mi soffoca, il mio naso è tormentato da odori diversi di sudore, capelli, profumi, creme, abiti stropicciati e indossati più e più volte. Non vedo l'ora di giungere alla mia fermata e ogni volta che aprono le portiere sbircio fuori per leggere il nome della stazione, ma non è mai quella e nuovi passeggeri salgono e mi spingono sempre più all'interno contro gli a...
Home
Magazine
Biblioteca di Writer Officina

Dedicato a chi vuole sognare, dedicato a chi crede in se stesso e vuole incantare il mondo con le parole. Dedicato ai ribelli e ai sognatori, dedicato a chi non si arrende davanti a un rifiuto e vuole continuare a dipingere la vita con mille colori. Questo è il luogo di tutti, un acro di terra sconsacrata, dove ognuno può coltivare i propri sogni, affinché si realizzino e non abbiano padroni. Questo è il luogo dei folli che vogliono cambiare il mondo e ci riescono davvero, questa è l'ultima speranza di chi vuole nascere mille volte e non morire mai...

Abel Wakaam