51 Romanzi di [Racconti] .: Writer Officina :.
 
Maria Cristina Bellini
Racconti per una notte Racconti Umoristici
Lui. Lei. Gli faceva sangue. Non che fosse strano, questo. Le donne, le belle donne gli piacevano e ancora di più da quando era tornato single. Lo strano era che lei non era il suo tipo. A lui piacevano piccole, morbide, occhi chiari, bionde, capello lungo modello bambolina da carillon e giovani. Invece lei era mora, capello corto, snella con curve generose, occhi scuri, aveva la sua stessa età e fra le ballerine era fra le alte, infatti gli...
Andrea Mitri
Passanti Racconti Brevi
Maremoto. Dapprima l'acqua dei pozzi risultò salata. Poi, attraverso l'aria della nostra campagna, denso si diffuse l'odore del mare. La mattina aprivo la finestra e lo respiravo a pieni polmoni; il dottore mi aveva detto che rachitico com'ero non poteva farmi che bene. Ma quando più tardi lavoravo con mio padre nei campi, mi infastidiva che l'odore di salsedine si mescolasse con quello dell'uva e degli orti, costringendomi a rimemorizzare l...
Andrea Mitri
Leggere Anomalie Racconti Brevi
Rapinatore a piedi. La promessa originaria la feci la mattina che mia madre se ne andò via di casa con il gommista della Goodyear, da cui aveva fatto l'inversione delle gomme due settimane prima. Avevo undici anni e solennemente giurai a me stesso che non mi sarei mai e poi mai comperato una macchina. Mio padre invece acquistò per la prima volta una bottiglia di vodka, si ubriacò ed uscì nel freddo della notte a tagliare gli pneumatici di tu...
Andrea Ansevini
Vietato dormire Racconti
(20 racconti per restare svegli) La giuria dell'infamia - Portate in aula il prossimo imputato! - Senza nemmeno sapere come, senza rendermi conto riguardo a quanto stesse accadendo, mi ritrovai dentro un'aula di un tribunale al cospetto di strani e inquietanti - esseri - , tutti quanti al femminile. Non capivo perché ero lì, non sapevo cosa avessi fatto per finire sotto processo. - Silenzio! - , intimò la cancelliera, vestita come un...
Marinella Giuni
Racconti seri se_veri Racconti Brevi
Io aspetto a casa con le bambine, da brava. Nadwa. E' il primo giorno di estate ma non è ancora la mia estate. E' quella stagione fatta di un cielo che sembra latte, con insetti fastidiosi che vorticano nei giardini dove pochi anziani si fanno compagnia. Mi guardano. Sono la maruchena, anche se in realtà sono del Cairo. Sono nata lì, ho abitato lì ed ho studiato all'Università. Chimica! Mi è sempre piaciuto conoscere la trasformazione, la str...
Home
Blog
Biblioteca di Writer Officina

Dedicato a chi vuole sognare, dedicato a chi crede in se stesso e vuole incantare il mondo con le parole. Dedicato ai ribelli e ai sognatori, dedicato a chi non si arrende davanti a un rifiuto e vuole continuare a dipingere la vita con mille colori. Questo è il luogo di tutti, un acro di terra sconsacrata, dove ognuno può coltivare i propri sogni, affinché si realizzino e non abbiano padroni. Questo è il luogo dei folli che vogliono cambiare il mondo e ci riescono davvero, questa è l'ultima speranza di chi vuole nascere mille volte e non morire mai...

Abel Wakaam